Quantcast

“Non ce l’ha fatta!”, il racconto di un lettore con un finale a sorpresa

Non sempre il finale di quello che potrebbe apparire a prima vista è sempre così scontato

Neonato

La lezione che ci lascia l’amico lettore, incontrato casualmente in città, ci porta a chiedergli di mettere nero su bianco la sua esperienza. Massimo si lascia convincere ed ecco in serata il suo racconto. Non sempre il finale di quello che potrebbe apparire a prima vista è sempre così scontato. Cosa ne pensate?

Di prima mattina verso l’ufficio. Cammino sul marciapiede per una via del paese, lunga e diritta, quando all’improvviso una ambulanza mi sfreccia accanto a sirene spiegate, fermandosi laggiù in fondo alla strada. Scorgo da lontano i suoi lampeggianti. Chissà cosa sarà successo?

Poco dopo un’altra sirena, questa volta è un’auto medica. Continuo per la mia strada, non so se prevale l’ansia e la preoccupazione o la curiosità per quel che può essere accaduto. Mi accorgo che il mio passo si è fatto involontariamente spedito. Di nuovo… un’altra sirena, un’altra auto medica si accoda. La gente si affaccia, osserva, bisbiglia, commenta. È la casa di… li conosco … Ma ormai sono a pochi metri dall’abitazione, le luci sono accecanti e la tensione è palpabile. Me la sento tutta addosso, trattengo quasi il respiro. Ma non potevo essere da un’altra parte? Avrei potuto passare per una strada diversa! No, invece ero proprio lì, in mezzo ormai a diverse altre persone, i curiosi non mancano mai. Per la miseria.

Proprio in quel momento esce un uomo, un signore anziano che quasi fatica a camminare. Il volto è confuso ma la parlata è chiara, pulita, ben scandita. Si intende chiaramente quello che dice, senza possibilità di fraintendere le sue parole: “non ce l’ha fatta ad arrivare in ospedale …. è nato in casa! ”

Emozione e commozione si fondono. Il mio passo rilassato. Buona giornata!

Massimo Ciapparella

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 23 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore