Quantcast

“Con le nuove restrizioni, niente scuola e giochi per i bambini, padel sì”

UN commento all'odierna ordinanza della Regione Lombardia che con effetto immediato decreta la zona arancione rafforzato per tutto il territorio regionale

legnano generica

Gentile direttore, mi riferisco all’odierna ordinanza della Regione Lombardia che con effetto immediato decreta la zona arancione rafforzato per tutto il territorio regionale.
Poche righe per alcune considerazioni che mi sconcertano e mi offendono come cittadina.
Ai bambini ed ai ragazzi viene vietata ogni attività sociale: la scuola viene chiusa con effetto immediato (con perdite non quantificabili sia dal punto di vita dell’apprendimento che della socialità) e viene vietato l’utilizzo di aree attrezzate per gioco e sport inserite all’interno di parchi ecc…
Ai giocatori di padel ‘agonisti’ (vengono di fatto inquadrati tutti come agonisti) viene loro concesso di frequentare i circoli e di continuare a giocare ed uscire dai confini comunali qualora nel proprio comune non esista un campo per praticare l’attività sportiva.
Lascio ad ognuno fare le proprie considerazioni sull’importanza della scelta fatta.
Grazie per l’attenzione,
Antonella Pisani


(m. tajè) – La questione è grave e richiede una visione più ampia se si vuole affrontarla in maniera profonda, altrimenti si ferma a una specie di “guerra tra poveri”. Secondo noi, le nuove restrizioni andrebbero così inquadrate nell’ambito di una piano che vuole anzitutto prevenire il contagio tra i più giovani, quelli che adesso appaiono più esposti ad alcune varianti del coronavirus. Poi, è vero, possono esistere incongruenze nei protocolli, ma preoccupiamoci piuttosto dell’obiettivo principale: fermare la diffusione del virus.

 

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 04 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore