Ricerca

» Invia una lettera

“Applichiamoci a pensare al “dopo”… positivo”

23 Marzo 2020

Buonasera… si fa fatica a pronunciare e ancor di più a scrivere coronavirus..19..(poi vado ad approfondire cosa è 19…) comunque lo scrivo in minuscolo….per scaramanzia o per brevità "covis" .
Un disperato affanno a scrivere articoli, considerazioni, notizie false…scrivere fake news fa più senso… tutti si  incollano a questi malefici display, non riusciamo più a farne a meno.
Tantissimi, dai più piccoli, si perdono sui giochi e giochini che hanno invaso le memorie dei dispositivi.
Ricordo quando ci  affacciavamo al mondo dei pc (c' era l'emerito  prof Ratti che insegnando fisica a Milano ci aveva collegato con il computer del Politecnico) .. avevo il blocco dei programmi perché (memore della macchina da scrivere) ogni tanto mettevo la O al posto dello zero 0…ore di fatica per trovare l'errore .
Una cosa ho imparato che il computer è  un " cretino velocissimo" e che i giochini sono la gioia( e il guadagno ) di chi li crea, ma danno per chi lo usa.
Veniamo alle conclusioni …code al supermercato tutti sulla tastierino…a casa silenzio ..tutti davanti ai display…
Stavo scrivendo ad un mio amico..mi son detto perché non lo chiamo …perché  non facciamo qualche semplice (ma breve) videochiamata.
Ci si può sentire meno soli, si possono scambiare idee…( e ricette)  dare  consigli e riceverli…
L'importante è  non parlare troppo del covis 19…basta quello che circola.
Mi sto applicando a pensare al "dopo" …positivo…CORAGGIO

Ing. Renato Ferrari

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.