Ricerca

» Invia una lettera

“Alberto Stella non è tutto il quartiere”, il monito di ATI Mazzafame

26 Novembre 2019

[pubblicita]      Alberto Stella, non allargarti troppo! E' forte e chiaro il monito di ATI Mazzafame al presidente dell'associazione legnanese Sandro Pertini (e non del centro Pertini- Il Salice) che in questi giorni ha lanciato via social la sua adesione alla Costituente civica del candidato sindaco avv. Franco Brumana, coinvolgendo l'intera periferia.
Dopo i messaggi di Stella (qui il nostro servzio), infatti, l'ente gestore le strutture del quartiere in via dei Salici ha voluto fare alcune precisazioni sia di forma (l'immagine pubblicata a corredo del servizio con le dichiarazioni di Stella) che di sostanza (il presidente dell'associazion Pertini non rappresenta tutto il rione "quartiere così complesso e variegato"). 

Gentile Direttore, relativamente all’articolo in merito alla dichiarazione del Sig. Stella, con la quale egli dichiara il suo appoggio alla candidatura dell'avv. Brumana per la carica di Sindaco di Legnano, vorremmo solo precisare che l’associazione legnanese Sandro Pertini, (anche  se ha lo stesso nome) è un’organizzazione diversa dal Centro Sandro Pertini – il Salice di Mazzafame, che pure appare sullo sfondo della foto che accompagna il testo. 

Il Centro, gestito dall’ATI Mazzafame in coprogettazione con il Comune di Legnano, è un luogo di incontro e di dibattito cittadino e auspichiamo possa esserlo anche in occasione delle elezioni amministrative, ma non è riconducibile a nessuna formazione politica. 

Ci preme inoltre sottolineare – dal nostro punto di osservazione e dopo sette anni di gestione dello spazio comunale – che non c’è organizzazione o associazione del quartiere (neppure noi) che possa pretendere di “rappresentare” Mazzafame o esprimere opinioni a nome di un quartiere così complesso e variegato.

Cordiali saluti

ATI MAZZAFAME

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.