Ricerca

» Invia una lettera

“Al traguardo del Gran Premio della montagna”

1 Aprile 2020

[pubblicita]Carlo Gaeta, giornalista monzese, sta meglio. Il collega era stato nominato duante una conferenza stampa in Regione per i suoi apprezzamenti all'ospedale di Legnano dove si trova dopo essere stata accertata la sua positività al coronavirus. Oggi, per lui, è iniziata la… discesa e manifesta questa soddisfazione con un messaggio che proponiamo qui sotto, formulandogli l'augurio di tornanti lievi e uno sprint finale il più rapido possibile.


Da adesso sono in discesa. Lunga, con qualche curva, ma discesa. Nella quale devo pedalare un po' per riportare i miei polmoni alla quasi normalità.
Sono uscito ufficialmente dalla terapia intensiva e passato nella cosiddetta "bassa intensità". Sono ancora attaccato alla mascherina con l'ossigeno, la cui portata è stata però diminuita. Laggiù intravedo il traguardo.

La vita ti mette spesso davanti a prove durissime che possono essere affrontate solo con la necessaria forza d'animo, ma se intorno ti ritrovi degli Angeli vien tutto più facile.
Non avrò mai abbastanza parole per ringraziarvi.
Non è finita qua. Ci sono ancora gli ultimi chilometri da percorrere prima della volata finale e del traguardo.

Nella irta salita, in terapia intensiva nella fase più delicata, nel reparto medicina A dell'ospedale di Legnano, ho avuto il massimo, non solo per le cure, ma per il calore che ho ricevuto da professionisti veri, carichi di umanità. Mi mancano tanto gli occhi, gli abbracci e l'affetto dei miei cari, degli amici, che non vedo da 26 giorni ormai, ma incrociando i vostri sguardi belli non mi sono mai sentito solo. Abbandonato. 

Per me è un onore questo selfie al quale simpaticamente hanno voluto partecipare il Direttore dell'unità di medicina generale, oggi adibita a reparto intensivo Covid19, Antonino Mazzone e la caposala, oltre che infermieri e fisioterapisti.  Questa foto, insieme ad un'altra che dovrà arrivare, spero presto, farà parte per sempre dell'album della mia vita. Tra i ricordi indimenticabili. Non per quanto ho rischiato e sofferto, ma soprattutto per il bene ricevuto.
Ora si apre una nuova pagina.

Carlo Gaeta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.