Quantcast

Il Festival Fotografico Europeo torna a stupire e a farci viaggiare con 11 mostre

Dal 15 maggio all'11 giugno torna la rassegna fotografica internazionale realizzata da Archivio Fotografico Italiano sparsa in 8 location della città: "Vogliamo portare una mostra in piazza Vittorio Emanuele II"

festival fotografico europeo 2021 palazzo cicogna

Busto Arsizio continua a macinare eventi culturali. Dall’entrata in zona gialla sono già 43 gli appuntamenti già programmati e tra questi vi sono le 11 mostre in 8 location diverse del Festival Fotografico Europeo che, come da tradizione, inonderà Busto Arsizio di fotografie coinvolgendo Palazzo Cicogna, centro nevralgico della cultura cittadina, ma anche la piazza Vittorio Emanuele II che diventerà ( il progetto è ancora in fase di definizione, ndr) una mostra fotografica a cielo aperto, il Museo del tessile, le gallerie d’arte Spazio Arte Farioli e Moregola, la Fondazione Bandera per l’Arte, lo studio legale A&A, la Galleria Boragno e il centro giovanile Stoà. Una delle mostre verrà allestita anche al T1 dell’aeroporto di Malpensa, nei pressi della biglietteria di Trenord.

Dal 15 maggio all’11 giugno nomi noti e meno noti della fotografia mondiale esporranno le loro opere in un grande festival diffuso, giunto alla nona edizione, che animerà il prossimo mese. Il festival, ideato e realizzato dal vulcanico Claudio Argentiero, è patrocinato dal Comune di Busto Arsizio e da altri comuni della zona, dalla Provincia di Varese e da numerosi enti che si occupano di fotografia a livello nazionale e internazionale.

«Un progetto che si inserisce all’interno di un calendario ricco di iniziative che stanno fiorendo – ha affermato l’assessore alla Cultura Manuela Maffioli – . Il tavolo delle associazioni di Busto funziona e continua a sprigionare energie positive perchè c’è tanta voglia di fare cultura a tutti i livelli. Quello che presentiamo oggi è il grande ritorno della fotografia a Busto Arsizio: il festival, come sempre, porterà in città tanta qualità e grandi fotografi, nell’ambito di una fioritura di eventi che insieme alle associazioni abbiamo realizzato e stiamo organizzando perché abbiamo creduto fortemente nella possibilità di tornare in presenza, nonostante i limiti, doverosi, ma che non percepiamo come tali».

Claudio Argentiero spiega, invece, i contenuti: «Come sempre non abbiamo dato un tema al festival con l’intento di unire fotografia storica e fotografia artistica, adattondoci alle varie location che ci sono state fornite. Tra i nomi dei fotografi che esporranno non ci saranno quelli altisonanti ma si tratta di professionisti a volte meno conosciuti dal grande pubblico ma che hanno ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo». Oltre alle mostre ci saranno seminari, proiezioni, workshop, multivisioni, presentazioni di libri che verranno calendarizzati nei prossimi giorni.

QUI LA BROCHURE CON TUTTI GLI APPUNTAMENTI E LE BIO DEI FOTOGRAFI

 

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 11 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore