#iorestoacasa, tour virtuali nei musei di tutto il mondo

 A causa dell'emergenza Coronavirus i musei di tutta Italia sono chiusi, ma è possibile visitarli anche da casa.

La cultura entra nelle case attraverso il web. A causa dell'emergenza Coronavirus i musei di tutta Italia sono chiusi, in ottemperanza al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020. Ma non per questo la cultura si ferma, in queste ore in campo istituzionale è stato anche attivato il sito Solidarietà Digitale

[pubblicita]Tra le realtà più vicine a Legnano c'è la Pinacoteca di Brera che ha proposto una sua “apertura virtuale", raccolta sotto il titolo “Appunti per una resistenza culturale” sulla voce “Brera Media”. Restando sempre a Milano è possibile esplorare il Castello Sforzesco, scoprendo percorsi segreti e capolavori delle collezioni civiche conservati nelle sue sale. Con il progetto "Duomo@360°" si potrà entrare in uno dei monumenti Gotici più importanti d’Italia: il Duomo di Milano. Tra le altre realtà milanese che hanno aperto le porte ai visitatori virtuali c'è anche il Museo Bagatti Valsecchi.

A Torino, invece, è disponibile la collezione del Museo Egizio e attraverso il progetto  Cosmo digitale, si può scoprire anche il  Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea tra creazioni artistiche, conferenze in streaming e documentazioni. 

A seguire si può andare a Firenze nella Galleria degli Uffizi  dove si possono vedere numerosi capolavori attraverso immagini ad alta definizione. Anche la capitale offre le sue bellezze nel mondo virtuale: i Musei Vaticani di Roma propongono collezioni d’arte e sculture classiche volute dai Papi nel corso dei secoli e si può anche visitare online il giardino del museo oltre che la Cappella Sistina. I siti Archeologici dell'Aventino si possono visitare virtualmente sul sito Roma Art Guide.

Da casa è possibile anche andare all'estero per esempio San Pietroburgo per vedere l'Hermitage oppure a Parigi per immergersi nelle sale del Louvre uno dei più grandi musei d’arte del mondo. Dalla Francia con un click si può andare in Inghilterra al British Museum di Londra  odove sono visibili pezzi unici delle città romane di Pompei ed Ercolano e restando sempre nella capitale inglese ecco la National Gallery. 

A disposizione sul web c'è anche uno degli spazi espositivi più famosi della Grande Mela il Guggenheim Museum a New York con opere di Franz Marc, Piet Mondrian e Picasso. Per fare un viaggio tra opere di Van Gogh e Pollock è possibile visitare il Metropolitan Museum of Art a New York. E per gli appassionati della preistoria ecco il National Museum of Natural History a Washington.

Tornando in Europa si può raggiungere la Spagna  più precisamente a Figueres, città natale di Salvador Dalì e visitare il Dalì Theatre Museum in Spagna.

Le possibilità si ampliano con Google Art Project il noto sito culturale di Google, che propone fotografie in 3D di diversi musei del mondo così da offrire una visita virtuale completa con la tecnologia Street View. Su Google Art Project ci sono anche i Musei Civici di Venezia Da Palazzo Ducale, alla Galleria d'Arte Moderna a Ca'Pesaro.

Nel contempo la rete bibliotecaria, che ha dovuto chiudere le sue sedi, rimarrà vicina ai lettori on informazioni e intrattenimento, nella sua forma digitale: https://csbno.medialibrary.it/Ricodiamo che diverse biblioteche nazionali come la Bibblioteca nazionale centrale di Firenze, hanno già un folto numero di documenti e libri digitalizzato e consultabile online. 

Il MiBACT, inoltre, ha aderito a “L’Italia Chiamò”, la campagna nata spontaneamente sulla rete che vede molti artisti, giornalisti musei e istituzioni culturali impegnati in un grande evento finalizzato alla raccolta fondi per la Protezione civile. Il canale YouTube del MiBACT ospiterà da, venerdì 13 marzo, la prima maratona di 18 ore che si terrà dalle 6 del mattino fino a mezzanotte: festival culturali, produzioni teatrali, concerti e mostre sospese o cancellate, performance, interviste, canzoni e poesie, tutte in streaming dalle case degli artisti.

 

di gea.somazzi@gmail.com
Pubblicato il 13 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore