Canegrate, agli sportivi chiesto un segno rosso in viso contro la violenza sulle donne

E' solo uno dei momenti di sensibilizzazione - Verrà inaugurata anche una panchina rossa

Anche Canegrate dice no alla violenza di genere. In occasione del 25 novembre, la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, sono in programma anche nella cittadina del Legnanese diverse iniziative. Tra le azioni simboliche anche quella da parte dell'assessore allo sport Matteo Modica di chiedere a tutte le prime squadre delle associazioni sportive canegratesi di giocare con un segno rosso sul viso «come simbolo di solidarietà verso tutte le donne vittima di violenza». Tutti gli eventi sono stati organizzati dal Tavolo Antiviolenza, coordinato dall’assessore alle politiche culturali Pinuccia Auteri.

[pubblicita] INCONTRO DEDICATO AI SERVIZI ANTIVIOLENZA – Il primo appuntamento, fissato per venerdì 22 novembre alle 21, è dedicato ai servizi attivi nel nostro territorio e vedrà gli interventi al polo culturale Catarabia della psicologa Valentina Delfrati, della vicepresidente di Filo Rosa Auser Sandra Romano, dell’assistente sociale Ramona Rossi e di due responsabili di corsi di autodifesa femminile, in un confronto coordinato da Mattia Fratus, presidente della Consulta Culturale di Canegrate. Partendo dalla visione di due cortometraggi realizzati a Canegrate nell’ambito di Cinemadamare, l'incontro è mirato ad approfondire le tematiche relative alla prevenzione e al contrasto della violenza, nonché all’assistenza alle vittime.

INAUGURAZIONE PANCHINA ROSSA – Domenica 24 novembre alle 11 in via Manzoni, di fronte al municipio, è invece previsto un evento carico di significato: l’inaugurazione della “panchina rossa”, un simbolo della lotta contro la violenza sulle donne e un modo di non dimenticare le persone che l’hanno subita.

 

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 19 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore