Quantcast

Dallo smoking al mantello da contadino, Martino Crespi si dà all’allevamento delle lumache

Nei prati di Villa Cortese, l'imprenditore, famoso per gli allestimenti di eventi mondiali, ha aperto un allevamento di lumache.  Un milione di lumache allevate con un metodo rispettoso della natura e della sostenibilità.

martino crespi

Tra i legnanesi più discreti ma anche più famosi per il loro ingegno e una sostenuta imprenditorialità, un posto sul podio spetta sicuramente a Martino Crespi, organizzatore di eventi a livello internazionale. Oggi, con la pandemia che ha bloccato ogni genere di manifestazione pubblica, la geniale idea: tornare al passato, cambiare completamente settore, sorprendere quasi se stessi prima di altri nel riuscire a sfondare anche in un ambiente insolito. Così, ecco Crespi passare dai vari carpet, saloni, feste alla campagna legnanese per allevare lumache.

Galleria fotografica

Martino Crespi allevatore di lumache 4 di 4

La sua storia non è sfuggita ai media nazionali e in serata un servizio del TG1 ha ridato all’imprenditore legnanese una fama nazionale: «Mi sono fermato di colpo come un treno che frena in maniera allucinante – il commento di Crespi mentre cammina nell’allevamento- . Il mio lavoro non c’è più, in questo momento. Siamo tutti certi che torneremo alle nostre attività, ma questa nuova avventura e la pandemia mi hanno insegnato che ci sono valori ai quali bisogna tornare più spesso».

Nei prati di Villa Cortese, Crespi ha aperto un allevamento di lumache o chiocciole, insieme ad altri soci.  Un milione di lumache curate con un metodo rispettoso della natura e della sostenibilità.

Qui sotto una immagine dell’allestimento firmato Martino Crespi Events per celebrare nel 2018 i 100 anni della Coppa Bernocchi

legnano generica

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 11 Aprile 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Martino Crespi allevatore di lumache 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore