Quantcast

In arrivo, finalmente, il contributo comunale ai commercianti in difficoltà

Il ritardo nella erogazione era approdato in consiglio comunale con una interrogazione di Letterio Miunafò. In questi giorni, i commercianti aventi diritto stanno ricevendo una cifra di poco inferiore ai mille euro

Legnano zona rossa

Stanno arrivando in questi giorni i contributi comunali ai commercianti in difficoltà per le restrizioni dettate dai protocolli anticontagio. Il ritardo nella erogazione era approdato in consiglio comunale, con una interrogazione del forzista Letterio Munafò.

«Da oltre un mese, esattamente dal 7 gennaio scorso – si era manifestato così Munafò il 15 febbraio scorso – esiste una graduatoria per assegnare questi ristori, eppure ancora oggi sono tanti gli aventi diritto che lamentano di non aver ricevuto nulla. State esagerando con la burocrazia. State rendendo Legnano troppo simile al governo di Roma nell’erogare ristori a chi ne ha ampiamente diritto. Va bene fare i controlli, ma così non ci siamo».

Da parte sua, l’assessore Lorena Fedeli aveva spiegato che «per obbligo di legge, dobbiamo effettuare una serie di verifiche. Purtroppo, soprattutto il controllo del Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva, ndr) richiede tempi più lunghi. Come le verifiche saranno completate, le persone saranno inserite nell’elenco delle erogazioni».

Le domande pervenute erano state 300. Sono stati individuati 267 aventi diritto. Il comune di Legnano, per questo intervento, aveva previsto una cifra complessiva di 300mila euro. Come detto, dopo una prima erogazione che aveva interessato un numero limitato di commercianti, tra ieri e oggi, diversi altri negozianti stanno ricevendo il contributo.

Lo spirito del “ristoro” locale era stato spiegato a suo tempo dall’assessore Alberto Garbarino «Abbiamo ritenuto opportuno, considerata la seconda ondata e il nuovo lockdown, non destinare questi fondi a riserve supplementari per l’anno prossimo, ma impiegarli immediatamente per sostenere la città. Il commercio e certi settori artigianali, rimasti chiusi per contenere i contagi, sono i più colpiti dal punto di vista economico. Per loro ci saranno contributi statali ma abbiamo voluto dare anche la nostra parte con un fondo di riserva specifico».

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 05 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore