Quantcast

Come scegliere la migliore asciugatrice

Un’asciugatrice è nei desideri di moltissime persone che sognano di averla nella propria casa per diversi motivi

Generico 2018

Che cos’è un’asciugatrice slim?

Fino a qualche anno fa l’asciugatrice era prevalentemente considerata come un elettrodomestico superfluo e non indispensabile. Le vendite ed il successo hanno però rivelato l’esatto contrario negli ultimi anni ed oggi un’asciugatrice è nei desideri di moltissime persone che sognano di averla nella propria casa per diversi motivi, soprattutto quelle che abitano nelle grandi città o in luoghi con un tasso alto di umidità o in posti dove gli inverni sono troppo lunghi e le estati troppo brevi.

Il problema sorge quando l’appartamento in cui si vive ha spazi molto limitati per potersi permettere elettrodomestici aggiuntivi a quelli considerati indispensabili. Per fortuna, sul mercato esistono (ormai già da svariati anni) le asciugatrici slim, pensate apposta per essere inserite ed utilizzate in ambienti di dimensioni ridotte.

L’asciugatrice slim si differenzia da quella di dimensioni classiche per le dimensioni e la capienza del cestello ed è molto ambita in quanto l’ingombro è molto ridotto rispetto alle asciugatrici di grandezza ordinaria, sono molto più piccole e compatte ed anche la profondità è ridotta. Quindi, se abiti in un appartamento monolocale o non hai la possibilità di avere una camera da destinare a lavanderia, una asciugatrice slim è perfetta per ottimizzare gli spazi.

Questo elettrodomestico dalle dimensioni ridotte è tutt’altro che limitato nelle prestazioni ed è una macchina molto valida per asciugare i panni in un battibaleno e donare loro morbidezza, tutto in un solo ciclo di asciugatura e con un consumo di energia evidentemente inferiore a quello delle asciugatrici tradizionali. Con le asciugatrici tradizionali, quelle slim condividono il tipo di componenti meccaniche il modo di funzionare e di base anche i programmi; inoltre, anche nel caso delle asciugatrici slim i modelli sono a ventilazione, a pompa di calore o a condensazione e per scegliere quella più giusta per le tue esigenze dovrai valutare questa ed altre caratteristiche che influenzeranno la scelta.

Il compito di scegliere è tutt’altro che facile, nel dedalo di modelli e tipologie che il mercato offre, ed è per questo che occorre prendere bene in considerazione una serie di fattori e parametri che rivestono una particolare importanza per arrivare ad una scelta finale che soddisfi in pieno le proprie esigenze.

Come scegliere la migliore asciugatrice slim

Scegliere l’asciugatrice slim ideale per i propri desideri non è impresa facile nella vastità sconfinata di offerte che il mercato propone: tra un modello e l’altro e tra una tipologia e l’altra, spesso finiscono per sembrare esteticamente tutte uguali ad un occhio poco esperto. Ecco il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere questa guida, che ti aiuterà a capire come sono fatte le asciugatrici ed i criteri da tenere in considerazione nella valutazione dei vari modelli. I dettagli da esaminare sarebbero tanti ma sarà sufficiente avere informazioni sugli elementi principali che caratterizzano una asciugatrice slim per essere in grado di selezionare il modello perfetto per te.

• Dimensioni

Nella scelta di uno spazio abitativo le dimensioni sono uno dei fattori principali in base ai quali si decide per prendere una casa o meno, ma cosa succede quando siamo costretti a prendere una casa piccola per esigenze economiche o semplicemente perché il nucleo familiare è ridotto? Una casa piccola è vantaggiosa per il fatto che non ha bisogno di molto per essere arredata ma il limite è che ogni pezzo d’arredo deve essere ben pensato per rientrare nello spazio. Per gli elettrodomestici vale lo stesso discorso e in questo caso una asciugatrice slim si inserisce in modo perfetto. Come già spiegato, le asciugatrici slim sono piccole e compatte e le dimensioni sono di 45 cm per la larghezza, 60 cm per la profondità e 85 cm per l’altezza. Vale la pena ricordare che le dimensioni sono da valutare anche in base alla capacità di singolo modello, che mediamente può sopportare un carico di 6-8 kg.

• Consumi

L’asciugatrice slim consuma molto meno rispetto ad un’asciugatrice normale, come si può facilmente intuire. Il motivo principale risiede nel fatto che essa ha una capacità di carico minore rispetto a quelle classiche e, per spiegare praticamente quanto consumano diremo che un’asciugatrice di classe A o superiore consuma circa 1 Kwh per ogni ciclo di asciugatura (mentre le classi inferiori consumano tra i 3 Kwh e i 5 Kwh per ogni ciclo). I modelli a pompa di calore sono quelli più contenuti come consumi, mentre quelli a condensazione consumano un po’ di più. Il costo annuo dipenderà dal fornitore di energia elettrica col quale è stato stipulato il contratto.

• Funzioni

Le asciugatrici slim consentono, proprio come quelle di dimensioni regolari, di asciugare i tuoi panni in tempi molto brevi e sono dotate di diversi programmi che variano a seconda dei modelli e delle marche. Ogni casa produttrice ha i suoi programmi specifici ma in linea di massima le funzioni comuni a quasi tutti i modelli sono la selezione del tipo di tessuto (capi sintetici, delicati o di cotone) ed anche funzioni specifiche per scarpe e indumenti sportivi, scelta della temperatura o impostazioni relative alla stiratura dei panni; in aggiunta, esistono funzioni più specifiche come ad esempio il programma di asciugatura temporizzata o quello per raffreddare velocemente i capi.

• Rumorosità

Il livello di rumorosità di riferimento per un’asciugatrice viene rilevato mettendo in funzione un programma standard (per esempio quello relativo a capi in cotone): mediamente, si attesta tra i 50 e i 70 db e i modelli di asciugatrici più moderni sul mercato sono sicuramente molto più silenziosi delle asciugatrici che si producevano fino a qualche anno fa. La silenziosità è un elemento molto importante da valutare, poiché un elettrodomestico molto rumoroso potrebbe disturbare il vicino di casa ed interferire con la quiete stessa della propria casa.

• Prezzo

Per quanto riguarda i prezzi, possono farsi le stesse considerazioni che si fanno generalmente per modelli standard: il costo d’acquisto di un’asciugatrice a pompa di calore, che costituisce la tipologia più moderna, efficiente e conveniente, si aggira intorno ai 500€, ma un modello slim ci permette di risparmiare qualche euro proprio per via delle dimensioni ridotte.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore