Quantcast

Arresto cardiaco dietro le quinte: macchinista in ospedale

 A tentare di salvare il macchinista di 59 anni è stato un giovane barista della struttura -. L'uomo è in prognosi riservata

Il suo cuore si è fermato mentre stava lavorando dietro le quinte del Teatro Sociale di Busto Arsizio dove questa settimana è in corso il festival del cinema, Baff. A tentare di salvare il macchinista, di 59 anni, è stato un giovane barista della struttura.

È quanto accaduto ieri, lunedì 21 marzo, in via Dante Alighieri. Il 59enne ha accusato il malore verso mezzogiorno. A scongiurare la tragedia è stato il pronto intervento del giovane che, in quel momento, stava lavorando dietro al bancone del bar. Il barista ha effettuato le prime manovre di soccorso e poco è intervenuto il personale sanitario: il cuore del macchinista è così tornato a battere.

Il 59enne è stato condotto, in codice rosso, al pronto soccorso di Legnano e al momento si trova in prognosi riservata nel reparto Rianimazione.

«Se il Teatro fosse stato dotato di defibrillatore – commenta Mirco Jurinovich, presidente dell'associazione "SessantaMilaViteDaSalvare" – la ripresa del ritmo cardiaco sarebbe stata immediata. Il rapido intervento con il massaggio cardiaco, unito al tempestivo intervento da parte del personale di soccorso, lasciano comunque propendere per un esito positivo della vicenda». 

Jurinovich conosciuto nel Legnanese per il suo forte impegno nel divulgare la cultura dell'utilizzo del Defibrillatore semiautomatico ha poi ricordato che venerdì 24 marzo ricorrerà il «quinto anniversario della morte di Vigor Bovolenta, il pallavolista dalla cui tragica scomparsa nacquero i presupposti per la promulgazione del Decreto Balduzzi che avrebbe dovuto introdurre l'obbligo di dotazione dei defibrillatori per le società sportive. Purtroppo quell'obbligo è stato prorogato per ben 4 volte, fino al luglio 2017».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore