Fondazione Ticino Olona, 7.500 mascherine a strutture socio-sanitarie

Destinazione principale l'Abbiatense, ma anche nel Legnanese alcune RSA hanno ricevuto materiale protettivo

"Dal confronto diretto con le realtà socio-assistenziali, i sindaci e gli assessori ai servizi sociali del territorio abbiamo rilevato una drammatica carenza di dispositivi di protezione individuale (DPI) nelle strutture preposte alla cura dei più fragili come anziani, disabili e indigenti. La Fondazione si è perciò subito attivata per acquistare DPI da consegnare alle RSA, RSD, CSS e altre strutture socio-assistenziali che versano in situazioni critiche", è un altro messaggio di vicinanza alle esigenze del territorio che arriva dalla Fondazione Ticino Olona .

[pubblicita]Tutto ciò, ci viene spiegato, è stato possibile grazie alle risorse iniziali del Tavolo dei Minori dell’Abbiatense, alla generosità di due imprenditori cinesi, Rebecca Miao e Beirong Jang del laboratorio M&J Studio di Legnano, e alle tante donazioni che stanno pervenendo per l’emergenza Covid-19.

"Per superare le attuali difficoltà di approvvigionamento– riferiscono sempre dalla Fondazione -, il nostro consigliere Alessandro Acito è andato a recuperarle personalmente a Fidenza e, insieme alla consigliera Marina Mignone, in soli due giorni ha distribuito 7.500 mascherine e alcuni flaconi di gel disinfettante".

A Legnano, ne hanno usufruito la RSA Angelina e Angelo Pozzoli (450)  e la Parrocchia S. Teresa del B.G. Casa della Carità (100), quindi la Casa Mia CSS Nerviano (500) e la Casa di riposo Albergo del Nonno (500).

Infine, l'augurio pasquale della Fondazione trasmesso a tutto il territorio di riferimento: "Un augurio particolare, di solidarietà e unione, per una Pasqua anomala e che nessuno avrebbe voluto vivere. Questo periodo sta cambiando un po’ tutti, compresa la nostra Fondazione. Ci siamo scoperti ente di prima linea e non solo di sussistenza; la vicinanza alla sofferenza, alle difficoltà e alle fragilità ci rende più responsabili e consapevoli del nostro ruolo. Quando questa lunga parentesi sarà alle spalle, ci sentiremo tutti un po’ più tristi ma, parafrasando Coleridge nella celebre Ballata del vecchio marinaio, saremo anche un po’ più saggi. Useremo quella saggezza per migliorarci e per cogliere le nuove opportunità civili e sociali che si presenteranno. Buona Pasqua".

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 09 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore