Quantcast

Buoni spesa, al via le domande a Busto Garolfo

Il sostegno economico sarà erogato sotto forma di buoni spesa riservati all’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità

Al via a Busto Garolfo la presentazione delle domande per usufruire degli aiuti stanziati dalla Protezione Civile, che al paese guidato da Susanna Biondi ha assegnato fondi per poco meno di 74mila euro. 

Il sostegno economico, destinato ai cittadini che si trovino in condizioni di fragilità economica a causa dall’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus, sarà erogato sotto forma di buoni spesa riservati all’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità, che potranno essere utilizzati nei negozi di Busto Garolfo. Lunedì 6 aprile verrà pubblicato l'elenco dei commercianti che aderiscono all'iniziativa.

[pubblicita]Saranno i servizi sociali a valutare le singole situazioni, con particolare attenzione, ad esempio, ai soggetti con reddito di cittadinanza al momento sospeso, revocato e decaduto, ai nuclei familiari con cinque o più componenti o mono-genitoriali,  agli anziani soli con pensione minima o senza pensione, ai nuclei familiari che a seguito del coronavirus si trovano con conti corrente congelati o non hanno  temporaneamente la disponibilità dei propri beni o non possiedono strumenti di pagamento elettronici, ai nuclei familiari con con disabili in situazione di fragilità economica e alle partite IVA. 

La valutazione verrà effettuata tramite colloquio telefonico ed eventuale documentazione, se in possesso dell’ufficio, reperibili dall'utente o nelle banche dati a disposizione dell’ente.

Chi percepisce altri contributi pubblici potrà beneficiare della misura, ma senza priorità, previa valutazione dell’ufficio Servizi Sociali rispetto allo stato di necessità. In particolare sarà tenuta in considerazione l’entità del contributo percepito, la presenza di minori e disabili e altri indicatori di disagio sociale.

Il valore del buono per i single, su base mensile, è pari a 100 euro, che salgono di 100 euro per ogni componenti aggiuntivo e per ogni neonato da 0 a 3 anni, fino ad un massimo di 600 euro. In casi particolari, come allergie o celiachia, potrà essere valutato un incremento di 50 euro del buono spesa.

Le domande dovranno essere inviate via mail all'indirizzo ass.sociale@comune.bustogarolfo.mi.it.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 03 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore