San Valentino: solo un fiore…llino per dire “ti amo”?

Fioristi divisi tra chi è fiducioso in tanta voglia di tenerezza degli innamorati e chi immagina vendite ridotte a una rosellina ECCO COSA FARE A SAN VALENTINO

[pubblicita] Dillo con un fiore. Esiste ancora l'omaggio floreale per esprimere, a San Valentino, affetto al proprio partner? Secondo un'indagine di Coldiretti Lombardia, quest’anno, 20 euro basteranno per dire “Ti amo”, con un bel mazzo di rose rosse, il classico bouquet di fiori dispari tanto amato dagli innamorati. Sempre per l'associazione di categoria, gli italiani che hanno deciso di festeggiare la ricorrenza degli innamorati con un dono, quasi il 37% regalerà un mazzo di fiori, che si conferma l’omaggio preferito per la ricorrenza.

A Legnano, qual è la situazione? I fiori vanno ancora di moda? 

"Ma certo – la risposta convinta che troviamo da Todeschini Fiori nell'Oltresempione – . E ne sono felice non solo per l'aspetto puramente commerciale. E' rassicurante, infatti, perché significa che c'è ancora un po' di tenerezza in giro. Il piacere di un regalo floreale impegna per un 75 per cento clienti fino a 30 anni, poi un 15 per cento di meno giovani, il resto la fascia di mezzo. Forse questa età è troppo impegnata a lavorare e pensa poco ai sentimenti?", adesso è la signora Ivana che chiede a noi e riprende: "Per quanto riguarda i costi, parlerei di un San Valentino accessibile a tutti, molto più degli anni scorsi, senza particolari rincari".

Chi aspetta proprio il giorno di San Valentino è la famiglia Daprile, con papà Vito,  proprio di recente festeggiato per i 50 anni di attività con la moglie Lucia e le figlie Annalisa, Valentina, Elda e Chiara: "Saranno soprattutto gli uomini a pensarci, ma non immaginiamo chissà quale regalo. Una rosellina e via…", ride Annalisa, esperta dopo tanti anni al vivaio di via S.Giovanni Bosco.

Chi preferisce aspettare domani è anche Stefano Schlegel, storico fiorista dell'Oltrestazione, con una preoccupazione condivisa da altri suoi colleghi: "La concorrenza dei supermercati, in queste occasioni di feste e ricorrenze varie, si fa sentire. Dovremmo essere noi, operatori del settore, a muoverci con maggior fermezza e unione. In Liguria, ad esempio, nei centri commerciali, non si trovano più gli scaffali dei fiori vicino al banco della carne. E da noi?".

Ma il fiore a San Valentino va ancora di moda? C'è ancora un pizzico di romanticismo?: "Si, il romanticismo c'è – chiude Schlegel – sono i soldi che mancano…"

Insomma, alla fine, conta il pensiero, che tra l’altro non richiede nemmeno un grande impegno economico mentre la galanteria, dote spesso introvabile tra i più giovani, trova più spazio tra gli… anta. Auguri. 

Immagine di copertina ripresa dalla pagina della Parrocchia San Magno

Bendetta Palamidese e Gaia Di Girolamo

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore