Quantcast

Studenti dello IAL con l’ANPI per non dimenticare l’Olocausto

Proiettato in sala Ratti il film "Una volta nella vita" per sensibilizzare i giovani sul tema dell'Olocausto

Il razzismo e l'antisemitismo non sono superati, il pericolo di tornare a nuove forme persecutorie è latente perchè «stereotipi e pregiudizi sono tra noi»Così il presidente dell'ANPI di Legnano, Primo Minelli, ha introdotto il film "Una volta nella vita", proiettato venerdì 24 gennaio in Sala Ratti a Legnano per sensibilizzare i giovani sul tema dell'Olocausto, le cui vittime saranno commemorate lunedì 27 gennaio in occasione del Giorno della Memoria.

[pubblicita]      Alla proiezione hanno preso parte oltre un centinaio di  studenti delle cinque classi dello IAL«In un periodo dove si tende a dimenticare e a negare la storia, noi abbiamo l'obbligo di ricordare ha sottolineato Minelli rivolgendosi ai ragazzi -. E tenete conto che stiamo parlando di fatti accaduti soltanto 75 anni fa. Dobbiamo fare i conti con il passato anche se è negativo: sono stati gli italiani ad inventare il fascismo, è partito tutto da qui, poi i tedeschi lo hanno perfezionato. La questione del razzismo e dell'antisemitismo, che pensavamo essere chiusa e superata sta, invece, tornando. Dobbiamo combattere questo modo di pensare distorto e sbagliato con il virus della conoscenza».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore