Quantcast

‘Ndrangheta, chiesti 16 anni per il boss di Legnano

Il pm Cecilia Vassena ha chiesto una pena pesante per il legnanese Vincenzo Rispoli e gli altri imputati dell'operazione Krimisa LE MANI DELLA 'NDRANGHETA SU LEGNANO E RHO, I DATI DELLA DIA

16 anni di carcere per il legnanese Vincenzo Rispoli, il capo della locale di ‘ndrangheta di Lonate Pozzolo e Legnano. La richiesta questa mattina, 23 gennaio, in tribunale a Milano, da parte del pm Cecilia Vassena.

[pubblicita] Chieste pene pesanti anche per gli altri imputati che beneficiano dello sconto di un terzo per la scelta del rito abbreviato: 14 anni per Mario Filippelli, 12 per Orlando Lettieri, 11 anni per l’ex-consigliere comunale di Fratelli d’Italia a Ferno, Enzo Misiano, 10 anni sono stati chiesti per Giovanni e Cataldo Cilidonio e per Andrea Paccanaro, 9 anni per Cataldo Murano e Francesco Basile, 8 per Cataldo Malena, 5 anni per Emanuele De Castro (che ha beneficiato di un ulteriore sconto grazie alla sua collaborazione), 3 anni per il figlio Salvatore (anche lui collaboratore di giustizia), 4 anni per Tarik Aarsa, 3 anni e 4 mesi per Salvatore Bevilacqua, 2 anni per Vanessa Ascione. Patteggiamento per Daniele Murano e Michael Murano. A causa di un difetto di notifica andrà a dibattimento anche Antonio De Novara. 

Negata la richiesta di continuazione del reato associativo per tutti coloro che erano stati già condannati nel processo del 2010. Il giudice ha stabilito che in questo caso non è possibile accogliere la richiesta dei legali (che avrebbero ottenuto un consistente sconto di pena, ndr) in quanto tra il 2010 e il 2015 gli imputati odierni sono stati in carcere e la nuova associazione è stata fatta decorrere dal 2015 (anno in cui esce dal carcere Emanuele De Castro) e il 2020.

Discorso a parte per l’investigatore privato Giovanni Vincenzino, a cui non viene contestato alcun collegamento con l’associazione a delinquere ma solo un accesso abusivo al sistema informatico per il quale è stata chiesta una condanna a 3 anni e 6 mesi.

Da domani toccherà alle difese parlare. I legali dei personaggi di spicco della locale concluderanno il prossimo 4 marzo.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 23 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore