Caso Castellanza Servizi: “Regolari le fatture di Alberto Romanò”

L'imprenditore legnanese difeso dall'avv. Maira Cacucci  IL LEGALE DEL DIRETTORE: "DIMOSTREREMO L'ESTRANEITA' AI FATTI"

AGGIORNAMENTO 5 MAGGIO: ASSOLTO ROMANÒ, 8 MESI PER L'EX DIRETTORE

[pubblicita]  Alberto Romanò, l'imprenditore legnanese coinvolto nella vicenda di Castellanza Servizi, che ha portato agli arresti domiciliari del direttore generale Paolo Ramolini "è a disposizione della Magistratura per chiarire la propria posizione, nutrendo fiducia nel lavoro della stessa". Arriva in serata dall'avvocato Maira Caucci la nota relativa a quest'ultimo caso che ha riportato Legnano sulle pagine delle cronache giudiziarie.  

 "A seguito della diffusione delle notizie di cronaca relative ad una indagine in cui risulterebbe coinvolto il sig. Alberto Romanò, la difesa avv. Maira Cacucci, intende precisare che il procedimento è in fase di indagini preliminari, motivo per cui il sig. Romanò è a disposizione della magistratura per chiarire la propria posizione, nutrendo fiducia nel lavoro della stessa. Inoltre – si sottolinea- le fatture citate negli articoli di stampa sono regolari e inerenti a lavori debitamente eseguiti dall’Impresa, dimostrati attraverso la documentazione già prodotta in atti dall’imprenditore".

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore