Quantcast

FederVitaLombardia ricorda con affetto Paola Bonzi

E' stata la fondatrice e l'anima del Centro di Aiuto alla Vita della Clinica Mangiagalli - Ha saputo creare legami di solidarietà che hanno permesso la nascita di 22mila bambini

“Con tristezza e costernazione FederVitaLombardia-APS, Federazione Regionale per la Vita Lombardia – Associazione di Promozione Sociale – afferma la presidente Elisabetta Pittino – ricorda l'improvvisa scomparsa di Paola Bonzi Marozzzi e  formula sentite condoglianze al marito Luigi, ai figli Stefano e Cristiana, ai familiari tutti. Ricordiamo con ammirazione il grande impegno profuso da Paola per la difesa della vita innocente dei bambini concepiti o da poco nati. Accogliendo con il sorriso le mamme in difficoltà, ascoltando le loro ansie e programmando insieme un progetto individuale di sostegno, ha saputo creare legami di amicizia e solidarietà che hanno permesso la nascita di 22.633 bambini".

Paola Bonzi Marozzzi  è stata anche fortemente impegnata, oltre che nel Centro di Aiuto alla Vita e nell'attiguo Consultorio Familiare, anche nella divulgazione del diritto alla vita; a questo scopo ha pubblicato alcuni volumi ed ha viaggiato per tutta Italia ed all'estero fino alla Russia. Paola non è stata gelosa della propria ricca e preziosa esperienza, ma ha sempre operato perché altri, molti altri, rispettassero e sostenessero i bambini concepiti”.

“Noi e tutti i Centri di Aiuto alla Vita ed i Movimenti per la Vita della Lombardia” afferma Maria Pia Sacchi, Vice Presidente, “chiedono al Signore della Vita di accogliere Paola nella Sua luce e di sostenere tutti coloro che l'hanno amata e stimata ma siamo sicuri che d’ora in poi sarà lei a pregare e custodire tutti noi che siamo al servizio della vita nascente”.

[pubblicita]    Paola Bonzi, era l’anima e la fondatrice del Centro di Aiuto alla Vita della Mangiagalli di Via Commenda. Il suo Metodo “Counseling umanistico esistenziale basato sull’ascolto attivo finalizzato a stabilire una relazione di aiuto” ha fatto scuola nel mondo. Il C.A.V. Mangiagalli è stato il primo Centro di Aiuto alla Vita aperto in un ospedale, la Clinica Luigi Mangiagalli di Milano, sede della Prima e Seconda Cattedra Universitaria e parte della Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale – Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico. Oggi il C.A.V. è quindi un’istituzione storica di cui Milano può andare fiera: da 34 anni i suoi volontari, collaboratori e sostenitori celebrano ogni giorno la vita con amore e competenza.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore