Quantcast

Cerro Maggiore, consegnate le benemerenze civiche

Premiati sette cittadini e una associazione - Il commissario Pavone: "Onore per me premiarvi"

Sette cittadini e un'associazione. Sono loro i protagonisti della 13esima Giornata della Riconoscenza Civica del Comune di Cerro Maggiore. Questa mattina, domenica 21, la cerimonia di premiazione nella sala consiliare di Palazzo Dell'Acqua.

Galleria fotografica

Benemerenze civiche - Cerro Maggiore 4 di 16

«Per me è un grande onore premiare quei cittadini che hanno dato lustro alla comunità – ha commentato il commissario straordinario Anna Pavone -. La giornata della riconoscenza civica è un'iniziativa che voi cerresi conoscete bene, è una tradizione che è nata nel 1989. Ho voluto assolutamente mantenere vivo questo momento, perchè credo sia un segno molto importante per i cittadini».

Ai 236 cerresi e cantalupesi che dal 1989 sono stati premiati con questo riconoscimento da oggi si aggiungono l'insegnante Carla Agrati, scomparsa tragicamente nel 2015, per la grande dedizione verso il suo lavoro, l'associazione culturale "Amici del teatro – compagnia dei gelosi", per  l'impegno nella diffusione della cultura del teatro con spettacoli, momenti nelle scuole, laboratori di legalità e la partecipazione a numerose iniziative per raccolta fondi a favore di associazioni del nostro territorio e Renzo Zampieri, volontario della Castoro Sport e della Cooperativa La Zattera per la sua umanità e dedizione nell'aiutare. A Federica Palumbo, atleta cerrese nonchè campionessa italiana di eptathlon 2015 e 2016, e Fabrizio Cozzi, imprenditore dell'industria tessile attento alla qualità e alle scelte ecologiche, nonchè cittadino impegnato attivamente in numerose iniziative di carattere sociale, culturale e sportivo, invece, è stata consegnata la medaglia di argento. Medaglia d'oro per Guido Gallo Stampino, commerciante cerrese che denunciò con coraggio organizzazioni criminali dedite a usura e estorsione, Mirco Jurinovich, per aver dato inizio al progetto "Sessantamilavitedasalvare" e per l'impegno costante sul territorio con la diffusione dei defibrillatori e del loro uso, e Franco Pasquali, direttore dell'Ars Nova, per il grande impegno nella diffusione della musica a tutti i livelli e i 40 anni alla guida del coro.

Durante la premiazione l'associazione SOS Italia Libera ha annunciato una novità: sul logo dell'associazione, attiva nel campo dell'anti racket, da oggi ci sarà anche il volto di Gallo Stampino. «Gallo Stampino è un vostro cittadino, è un nostro eroe – il commento del presidente dell'associazione Paolo Bocedi, che ha intenzione di chiedere l'intitolazione di un giardino a Gallo Stampino -. Anche questa zona di Italia, purtroppo, non è immune alle organizzazioni criminali. C'è grande preoccupazione per l'hinterland di Milano e di Varese, perchè tante persone, purtroppo, non denunciano. Dobbiamo renderci conto che la zona ha un "raffreddore" e se non vogliamo avere una "broncopolmonite" dobbiamo agire subito. Le persone devono imparare a denunciare come ha fatto Gallo Stampino. Non si è soli».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Gennaio 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Benemerenze civiche - Cerro Maggiore 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore