Quantcast

Tosi: FlmUniti Cub è parte civile al processo amianto

L'udienza di svolgerà a settembre - Nel mirino, la morte di 35 operai nel periodo tra gli anni '70 e '90...

Mentre, la FlmUniti-Cub, lunedì scorso, si è costituita parte civile nel processo per le 35 morti causate dall'amianto presente nella Franco Tosi, durante il prossimo consiglio comunale di Legnano, l'amministrazione Centinaio motiverà la decisione di non aver voluto partecipare alla causa.

Infatti, nella seduta prevista martedì 15 luglio verrà presentata l'interrogazione firmata dal consigliere del MS5 Riccardo Olgiati che si domanda «per quale motivo il Comune di Legnano non si è costittuito parte civile al processo a carico degli ex 9 manager della Tosi? Una scelta a nostro modo di vedere totalmente incomprensibile per diverse ragioni».

Intanto, qui di seguito, pubblichiamo integralmente il comunicato della FlmUniti Cub.


Il Tribunale di Milano – Sezione V Penale, lunedì 7 luglio, respingendo le eccezioni dei difensori degli imputati, ha ammesso la costituzione di parte civile della FlmUniti Cub nel processo per le morti per amianto alla Franco Tosi spa. Il Tribunale ha anche accolto con decreto – l'istanza di citazione del responsabile civile Italmobiliare spa e Ansaldo Energia spa – che sarà notificata nei prossimi giorni.

L'udienza è stata rinviata al 22.09.2014.

Nel mirino, la morte di 35 operai per i quali l'indagine ha riscontrato che alla Franco Tosi spa, soprattutto nel periodo tra gli anni ' 70 e ' 90 avrebbero avuto a che fare con amianto senza esserne informati, ma soprattutto in mancanza delle necessarie precauzioni.

In questo processo la FlmUniti- Cub è assistita dall’avvocato Simone Vallese, lo stesso che si sta occupando, sempre per la FlmUniti- Cub del processo amianto alla Alfa Romeo di Arese.

Cub Legnano

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 08 Luglio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore