Quantcast

Sei foto aeree mostrano la cementificazione tra Busto Arsizio e Castellanza

Una serie di foto scattate tra il 1954 e il 2014 racconta meglio di mille parole cosa è successo al territorio tra i due centri. Dai campi agricoli alle distese di cemento e asfalto

foto aeree mostra del tessile

C’era una volta il grande capannone della Mostra del Tessile e intorno una distesa di campi. Era il 1954 e la zona tra Busto Arsizio e Castellanza era ancora campagna pura con i suoi campi coltivati e allineati uno di fianco all’altro. Anno 2014, di quei campi non è rimasto praticamente nulla, un reticolo di strade e capannoni ha preso il posto delle colture e la Mostra del Tessile è ormai un rudere lasciato nell’abbandono.

Galleria fotografica

Foto aeree mostra del tessile 4 di 6

Nelle sei foto che vi proponiamo in questa galleria fotografica si vede chiaramente come l’urbanizzazione dell’area sia stata feroce e rapida, fino a stabilizzarsi negli anni duemila. A cavallo degli anni ’60 e ’90 sono sorte strutture e aree parcheggio che ancora oggi mostrano il grande caos urbanistico che quest’area trasmette ogni volta che ci si passa. Il viale Borri che collega Busto a Castellanza e Legnano è diventato da strada di campagna  ad asse centrale di una serie di attività industriali e commerciali senza soluzione di continuità.

Scorrendo le immagini aeree, tratte dai documenti allegati al piano attuativo per il nuovo centro commerciale dell’ex-Mostra del Tessile, si nota la realizzazione dell’Isis Facchinetti, dell’Esselunga, la creazione di nuove strade di collegamento, i grandi parcheggi. Lo spazio verde diminuisce, l’impermeabilizzazione del suolo è sempre più evidente, la mano pesante dell’uomo moderno soppianta quella che spargeva le semenze.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 12 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Foto aeree mostra del tessile 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore