Quantcast

“Ecco l’uomo”, da sabato a Castellanza la mostra fotografica di Davide Caforio

Il 25 settembre l'inaugurazione della mostra fotografica a Villa Pomini: un racconto di vite ai margini, con il sostegno Exodus, del Comune e della Bcc di Buguggiate e Busto Garolfo

Generica 2020

Storie di migranti, poveri e disperati, persone finite ai margini della società e raccontate attraverso immagini. Si inaugura alle 17.30 di sabato 25 settembre in Villa Pomini a Castellanza (Va) la mostra fotografica “Ecco l’uomo” di Davide Caforio. Realizzata con la collaborazione di Exodus, il patrocinio del Comune e il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, raccoglie oltre 40 “fotografie che parlano” scattate da Caforio tra l’Altomilanese e il Varesotto negli ultimi anni. «È il frutto di un lungo lavoro che mi ha portato a documentare quello che avviene ai margini di una terra ricca come la Lombardia e mi ha permesso di entrare in contatto con una realtà, spesso nascosta, posta ai margini di tutto, ma spesso sotto gli occhi di tutti».

Il titolo, che riprende l’omonimo libro realizzato da Caforio con il giornalista Silvestro Pascarella, «pone l’accento sul fatto che anche queste sono persone», precisa il fotografo. «“Ecco l’uomo” perché questi sono uomini che hanno lasciato il loro Paese; sono uomini che spesso si sono fatti vincere da una serie di situazioni e che non hanno trovato la forza di rialzarsi. Sono anche uomini per i quali può esserci una speranza: per questo due pannelli di quelli in mostra sono dedicati all’opera svolta da Exodus che ogni giorno si avvicina a loro e cerca di aiutarli nel costruire un futuro diverso».

Caforio guarda, inquadra e scatta, imprimendo alle sue foto un realismo spesso drammatico. «Ogni scena ritratta è così come si presenta. Quando voglio raccontare una storia non altero nulla di ciò che mi trovo davanti e non chiedo di certo alle persone di mettersi in posa. Solo così le loro espressioni possono raccontare in un’immagine il loro vissuto», osserva Caforio.

“Ecco l’uomo”, lo sguardo di Davide Caforio sugli ultimi. Un racconto oltre la cronaca

Accanto al fotografo si è posta la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate con l’intento di «dare valore a un lavoro importante quanto significativo, soprattutto in questo momento storico», dice il presidente della Bcc, Roberto Scazzosi. «Le immagini di Caforio ci ricordano persone e storie che non possono essere ignorate. Il ruolo di una banca di credito cooperativo è sostenere quanti aiutano le famiglie in difficoltà, ma anche sensibilizzare su questi temi, affinché si possa creare una rete di sostegno per quanti hanno bisogno».

Classe 1966, Davide Caforio è un fotografo professionista di Castellanza. Appassionato di fotografia fin da quando aveva 20 anni, si è diplomato all’Istituto di fotografia Bauer di Milano per intraprendere una carriera che l’ha portato a collaborare con numerose agenzie e testate giornalistiche, e a realizzare reportage in Italia e all’estero. Socio dell’agenzia Blitz di Varese, da oltre 30 anni coltiva una particolare passione per Milano, immortalando scorci e persone, rigorosamente in pellicola in bianco e nero.

“Ecco l’uomo” – Mostra fotografica di Davide Caforio
Villa Pomini , via Don Testori 14, Castellanza (Va)
Inaugurazione: sabato 25 settembre alle 17.30

Apertura:
Domenica 26 settembre, 3 e 10 ottobre: dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 19.
Venerdì 1 e 8 ottobre e sabato 2 e 9 ottobre: dalle 16.30 alle 19

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore