Quantcast

Accademia musicale Stabat Mater: un successo la rassegna “Sei personaggi in cerca di voi”

Nel Salone del Camino, il maestro Donato Bruno ha condotto tutti i sei incontri, guidando gli ascoltatori alla scoperta di grandi musicisti

legnano generica

È iniziata e terminata con successo la rassegna “Sei personaggi in cerca di voi”, organizzata dalla Biblioteca comunale di Villa Burba, a Rho, con l’accademia musicale Stabat Mater. Gli incontri hanno sempre fatto registrare il sold-out con diversi giorni d’anticipo.
Nel Salone del Camino, il maestro Donato Bruno ha condotto tutti i sei incontri, guidando gli ascoltatori alla scoperta di grandi musicisti quali Bach, Mozart, Beethoven, Rossini, Verdi e Puccini, con ascolti, racconti, curiosità, aneddoti e tanta musica dal vivo.

Il pubblico, che anche in questa rassegna ha risposto con una calorosa presenza, ogni sera è stato omaggiato di dvd riguardanti opere musicali e materiale informativo, offerti dalla scuola di musica rhodense.
“Serate all’insegna della bellezza, della cultura e della speranza, in modo semplice e coinvolgente, per tutti e con una proposta sempre di alto livello”, così hanno commentato diverse persone al termine degli incontri che hanno fatto pervenire numerosi commenti positivi al termine degli incontri, ma anche via mail e tramite i diversi social dell’Accademia Stabat Mater.

Ad eseguire dal vivo le più celebri melodie, si sono alternati alcuni docenti della scuola di musica rhodense.
Alla chitarra classica si è esibito il giovane maestro Francesco Taliento, vincitore nello scorso anno di un primo premio ad un concorso nazionale. Il violinista Ruben Giuliani, applauditissimo è stato riconosciuto da molti presenti in quanto attore della serie televisiva “La compagnia del cigno”. Riccardo Arrigoni, allievo del pianista internazionale Carlo Balzaretti e laureato con il massimo di voti al Conservatorio “G. Verdi” di Como, ha eseguito con maestria alcune sonate di Beethoven al pianoforte. Il tenore Riccardo Benlodi, che negli anni scorsi ha lavorato a Ferrara con il maestro Riccardo Muti, ha cantato, negli ultimi incontri, le arie più celebri dei compositori italiani in programma. Eleonora Boaretto, al ritorno dal grande successo di Pinocchio, che l’ha vista protagonista in diversi teatri italiani e presto in onda anche su Rai5, ha eseguito le arie da soprano, da Rossini a Verdi, talvolta accompagnandosi anche al pianoforte.

A breve avremo la possibiltà di ascoltare anche l’Orchestra stabile Stabat Mater diretta dal maestro Nicolò Suppa, premiato come migliore direttore d’orchestra del 2019. La giovane formazione, che prova nella sede dell’accademia, presso il Collegio Padri Oblati del Santuario di Rho, ha già in programma diversi eventi per la prossima stagione, per festeggiare i primi dieci anni di attività della scuola di musica.

Il prossimo appuntamento è previsto domenica 5 giugno, sempre nella Sala del Camino di Villa Burba – Corso Europa, 291 – Rho. Con il titolo “Che spettacolo”, dalle 15.30 ci sarà l’esibizione di alcuni allievi mentre alle ore 21.00 seguirà il Concerto degli insegnanti.

La scuola di musica Stabat Mater, in quanto promotrice culturale del teatro alla Scala di Milano, in estate proporrà di partecipare ad alcuni concerti per ragazzi e famiglie nei principali teatri milanesi.
Dal 6 giugno partiranno anche i “Corsi estivi”, pacchetti di 5 o 10 lezioni individuali per chi desidera iniziare a suonare uno strumento o a cantare guidato da un docente professionista. I corsi sono aperti a tutti, dai bambini agli adulti, e a tutti i livelli, dopo un colloquio con la Direzione.

Sono possibili, infine, le iscrizioni all’anno accademico 2022-23 che per tutto giugno saranno a prezzo agevolato. Per ulteriori informazioni: www.accademiasantuario.com o seguendo il canale YouTube, Facebook e Instagram dell’Accademia Stabat Mater

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore