Quantcast

Lainate: perseguitava i vicini di casa, arrestato 39enne

Perseguitava i vicini di casa il 39enne, noto alle Forze dell’Ordine, arrestato nella serata del 29 aprile a Lainate. L'arrestato è stato condotto in carcere a Milano

carabinieri - Legnano Rho

Perseguitava i vicini di casa il 39enne, noto alle Forze dell’Ordine, arrestato nella serata del 29 aprile a Lainate. I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Rho hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano, nei confronti di un cittadino italiano 39enne, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori, lesioni personali aggravate e resistenza a un Pubblico Ufficiale.

Il provvedimento cautelare trae origine da una celere attività d’indagine condotta dalla Sezione Radiomobile di Rho, sotto la direzione della Repubblica presso il Tribunale di Milano, ed originata da diverse denunce presentate alla Stazione dell’Arma di Lainate nei giorni scorsi. Lo scorso 26 aprile, personale della Sezione Radiomobile era intervenuto, a seguito di richiesta pervenuta tramite N.U.E., poiché l’arrestato, già noto a quell’Ufficio poiché gravato da diversi precedenti, aveva tagliato i tubi del sistema frenante dell’auto di proprietà dei vicini di casa. All’arrivo degli operanti, il malfattore aveva dato in escandescenza, ingaggiando una colluttazione per sottrarsi al controllo. Solamente l’ultimo, questo, di una serie di comportamenti, nati come banali dissidi di vicinato per futili motivi, ma ben presto trasformatisi in efferati e continui atti di stalking, posti in essere dall’arrestato nei confronti delle vittime, le quali, in sede di denuncia, avevano infatti dichiarato di aver già subito diverse manifestazioni di atti persecutori, alcune delle quali culminate perfino con lesioni personali da parte del prevenuto.

L’arrestato, al termine degli adempimenti di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Milano San Vittore e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore