Quantcast

Rho, fino al 31 marzo 2021 occupazione gratuita del suolo pubblico per i negozi di vicinato

Estesa dal 1° gennaio fino al 31 marzo 2021 l’agevolazione dell’occupazione gratuita del suolo pubblico, ovvero niente TOSAP per gli esercizi di vicinato

Generica 2020

L’amministrazione comunale di Rho continua a sostenere le attività di ristorazione e le attività commerciali in genere, estendendo dal 1° gennaio fino al 31 marzo 2021 l’agevolazione dell’occupazione gratuita del suolo pubblico, ovvero niente TOSAP per gli esercizi di vicinato.

E’ riconfermata anche la semplificazione della procedura per richiedere l’occupazione di suolo pubblico, che è stata snellita e semplificata, e la flessibilità sugli spazi. Continuerà ad essere possibile occupare lo spazio non solo di fronte alla propria attività, ma anche spazi limitrofi, previo consenso dei vicini o delle attività attigue. Inoltre nei casi dove il marciapiede è troppo stretto, è possibile occupare lo spazio normalmente destinato a parcheggio, sia su strisce bianche che blu.

Per la copertura del mancato gettito derivante dalle occupazioni realizzate dagli esercizi di vicinato è già costituito un apposito Fondo comunale nell’ambito dello stanziamento di bilancio denominato “Fondo Rilancio Rho”, dell’ammontare di 10mila euro come contributo nella misura del 100% della TOSAP dovuta fino al 31 marzo 2021.

«Continua il nostro impegno per aiutare le attività commerciali nel limitare il pesante danno economico subito dall’inattività di questi mesi – afferma il Vice Sindaco e Assessore al Commercio ed Attività produttive, Bilancio e Tributi Andrea Orlandi – . Come misura eccezionale e temporanea favoriamo, durante il periodo di emergenza sanitaria, la fruizione di maggiore superficie pubblica e privata esterna, per compensare la ridotta capacità ricettiva causata dal rispetto delle misure di “distanziamento sociale” da COVID-19. Con Confcommercio abbiamo verificato il reale beneficio dell’esenzione della TOSAP e la semplificazione delle procedure per tutti gli esercizi commerciali di vicinato. Nel 2020 abbiamo ricevuto 55 domande di utilizzo del suolo pubblico per tavoli o dehor, e non solo, rispetto alle 34 ricevute nel 2019 ad indicare che i nostri commercianti hanno colto positivamente la nostra iniziativa. Anche se siamo nel periodo invernale, la possibilità di occupare nuovi spazi urbani permette di rispettare la distanza tra le persone e di ampliare l’area commerciale».

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore