Quantcast

Il Distretto Unico del Commercio di Rho si fa amplia e va nelle frazioni

Il distretto coinvolgerà le 4 frazioni (Lucernate, Mazzo, Passirana e Terrazzano), oltre che 749 spazi commerciali attivi o sfitti/dismessi rispetto agli attuali 324.

distretto del commercio 2020

Il DUC (Distretto Unico del Commercio) di Rho amplia il suo perimetro e include così gli importanti sistemi di offerta del centro storico di Rho (come ad esempio via Filippo Meda e via Dante Alighieri) e l’offerta commerciale delle 4 frazioni (Lucernate, Mazzo, Passirana e Terrazzano): coinvolgendo complessivamente 749 spazi commerciali attivi o sfitti/dismessi rispetto agli attuali 324. Questa modifica è stata approvata dall’Amministrazione comunale in accordo con la Cabina di Regia del DUC, organo di governo del Distretto, che nella seduta del 20 maggio ha condiviso l’individuazione del nuovo ambito territoriale del DUC. Anche Regione Lombardia ha approvato con decreto la richiesta di modifica dell’ambito territoriale del Distretto Urbano del Commercio di Rho.

Il nuovo ambito territoriale del DUC di Rho è stato adottato grazie al lavoro di analisi del tessuto commerciale svolto con la collaborazione del Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, incaricato per l’attività di ricerca tecnico scientifica in tema di rigenerazione urbana e valorizzazione della rete commerciale locale nell’ambito della redazione della variante generale di piano. «Molteplici sono le ragioni dell’ampliamento del Duc – afferma l’Assessore al Commercio Andrea OrlandiLa scelta di modifica dell’attuale perimetro è stata fatta a seguito di un rilievo puntuale degli spazi commerciali presenti in città. La necessità di mettere in campo azioni di sostegno al commercio dopo la chiusura forzata e i riflessi economici dell’emergenza sanitaria da Covid19 sulle attività commerciali ha poi reso stringente la decisione di ampliamento. Il Piano Strategico riconosce alle attività di commercio al dettaglio del centro storico un ruolo primario non solo sotto il profilo meramente economico, ma in senso più ampio per la vitalità ed attrattività della città e dei suoi centri storici. La riperimetrazione del DUC ci permette di poter aver tutte le carte in regola per partecipare ai bandi di Regione Lombardia con maggiore capacità di attrazione delle risorse con politiche attive sul commercio locale».

Gli indirizzi d’azione strategica definiti nel Piano Strategico e nelle Linee Guida per la Variante Generale al Documento di Piano del PGT in itinere trovano un primo concreto riscontro nell’Accordo sottoscritto ad aprile 2019 tra il Comune di Rho e l’Associazione Commercianti di Rho (Ascom) – Confcommercio, che si qualifica quale strumento attuativo del DUC proponendosi come accordo di collaborazione in materia di sostegno alle attività commerciali; nelle premesse l’accordo sottolinea – primo e fondamentale passo condiviso – la necessità della riattivazione del Distretto Urbano del Commercio (DUC), riconosciuto come strumento principe per la messa a sistema dei diversi soggetti economici del territorio.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore