Quantcast

Telecamere nei parchi lombardi: Legnano e Parabiago sono tra i 53 enti finanziati

Legnano e Parabiago sono tra i 53 enti che beneficeranno del contributo per l'acquisto di impianti di sorveglianza all'interno dei parchi

Videosorveglianza parchi

Legnano e Parabiago sono tra i 53 enti che beneficeranno del contributo per l’acquisto di impianti di sorveglianza all’interno dei parchi. Lo ha comunicato oggi, venerdì 20 maggio, l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale. La Giunta regionale ha infatti stanziato lo scorso marzo 3,5 milioni di euro per l’acquisto di fototrappole e telecamere per la videosorveglianza nei parchi e nelle aree protette.

Il bando prevedeva un cofinanziamento sino all’80% delle spese, con un massimo di 80.000 euro. Destinatari del finanziamento sono stati i Comuni singoli, Unioni di Comuni, enti gestori di aree protette (parchi naturali, parchi regionali, riserve naturali e monumenti naturali) dotati di un corpo o servizio di polizia locale, con operatori in organico con contratto a tempo indeterminato. Tra i 53 beneficiari il Consorzio del Parco delle Groane, il Consorzio del Parco lombardo della valle del Ticino, il Consorzio di gestione del Parco regionale Campo dei Fiori, i Comuni di Brescia, Lecco, Varese, Legnano, Bollate, Rho e Cologno Monzese, aree in cui la presenza di spacciatori si è intensificata negli ultimi anni.

«Regione Lombardia – ha detto l’assessore alla Sicurezza – è consapevole dell’importanza del controllo all’interno dei parchi lombardi. Raccogliendo le istanze dei territori, in tempi molto brevi, abbiamo pubblicato il bando e terminato l’istruttoria. E in tempi altrettanto brevi consentiamo l’acquisto di telecamere agli enti vincitori. Fototrappole e sistemi di videosorveglianza sono strumenti utilissimi sia in fase di prevenzione che di identificazione dei malviventi. I parchi devono tornare a essere luoghi di svago, soprattutto per famiglie e bambini. E non aree di spaccio di stupefacenti».

In questo contesto la Polizia Locale di Legnano, con 79.697.88 euro, provvederà ad installare gli appositi apparecchi nelle aree verdi legnanese.  Le sei postazioni indicate da Palazzo Malinverni sono all’interno del Parco Castello, nei pressi della pista di pattinaggio, nel giardino Piazza Trento-Trieste, ai tre ingressi del Parco Altomilanese, ovvero in via della Pace, in via Menotti e in via Novara, e all’ingresso del Parco Bosco dei Ronchi. Parabiago, invece, intende realizzare quattro postazioni con telecamere fisse ad alta risoluzione nel parco di Villa Corvini, tre in via Ungaretti, due al Parco Crivelli e in via Piemonte e una in tutte le altre aree verdi. Non sono stati finanziati, invece, gli altri cinque progetti presentati dagli altri comuni dell’Alto Milanese.

Progetti di videosorveglianza nel Legnanese, ecco dove saranno le telecamere Comune per Comune

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore