Quantcast

Tessile e abbigliamento, presidio regionale a Milano a sostegno del contratto

Oltre 100mila i lavoratori lombardi in attesa del rinnovo. Appuntamento martedì 22 giugno, dalle 10.30 alle 12.30, in Piazza della Scala a Milano

Sindacati

Sono oltre 100mila i lavoratori lombardi del settore tessile e abbigliamento che a un anno e mezzo dalla scadenza aspettano il rinnovo del contratto nazionale, sia della parte normativa che economica. A sostegno delle rivendicazioni sindacali, a fronte dello stallo della trattativa, Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil della Lombardia organizzano un presidio regionale dei delegati a Milano, martedì 22 giugno, dalle 10.30 alle 12.30 in Piazza della Scala.

«La ripresa del settore tessile, dopo un anno e mezzo di pandemia, deve passare anche attraverso il rinnovo di questo importante contratto – affermano Luisa Perego, Cinzia Bettinelli e Nunzio Dell’Orco, segretari regionali Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil -, che può sicuramente favorirla sostenendo l’intero sistema della moda con le sue filiere. Non possiamo accettare che i lavoratori del Tessile-Abbigliamento siano considerati di serie B! Il settore tessile resta una colonna portante del Made in Italy e presenta una bilancia commerciale positiva. È quindi urgente assicurare ai lavoratori e alle loro famiglie, un contratto moderno, dignitoso, innovativo».

Al presidio interverranno alcuni delegati delle aziende del territorio lombardo e i segretari nazionali Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, Sonia Paoloni, Raffaele Salvatoni, Daniela Piras.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore