Quantcast

L’autorittratto dell’artista nervianese Cheone a Porta Romana a Milano

Cosimo Caiffa, in arte Cheone, dopo l'uomo con cappello che sbuca dal tunnel a Nerviano, ha nuovamente "sfondato" una parete attraverso l'illusione prospettica

Cheone porta romana Milano

Il nervianese Cosimo Caiffa, in arte Cheone, dopo l’uomo con cappello che sbuca dal tunnel a Nerviano, ha nuovamente “sfondato” una parete attraverso l’illusione prospettica. E questa volta lo ha fatto a Milano, più precisamente in corso Porta Romana 113.

Anche in quest’occasione Cheone ha saputo “ingannare” l’osservatore con un murales dai colori decisamente accesi, alto 21 metri. L’artista, come se si trovasse dietro ad una parete trasparente,  si è autoritratto mentre disegna una “V” colorata, ossia il logo del brand che gli ha commissionato l’opera. «Sono stati necessari sette giorni per realizzare questo lavoro commissionato dal brand Casavo – racconta Cheone -. Ho avuto carta bianca così ho deciso di rappresentare me stesso mentre dipingo il loro logo». L’ennesima dimostrazione di come la Street art possa trasformare positivamente un angolo “anonimo” di una città. Ragione per cui  quest’arte è sempre più richiesta per interventi di rigenerazione e di riqualificazione urbana.

Quello della pandemia è stato un anno complesso anche per il nervianese che, nonostante le limitazioni, è comunque riuscito a portare a termine alcuni lavori come il progetto Trust realizzato nel settembre del 2020 sulla facciata della palestra Ricciardi di Taranto e i volti coperti da mascherine chirurgiche dipinti a Quarto Oggiaro. Tra gli ultimi interventi anche il murales all’ex Meccanica di Nerviano. «Questo periodo è stato difficile sotto diversi aspetti – afferma Cheone -. Spero che ne usciremo presto».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 08 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore