Quantcast

Siti contaminati e bonifiche, Legnano tra i comuni con più procedimenti in corso in Lombardia

Legnano rientra anche tra i dieci comuni lombardi e i venti comuni su scala nazionale con il maggior numero di procedimenti già conclusi, con o senza intervento

Avarie

Che si parli di suolo, sottosuolo o acque, quasi uno su tre dei siti che in Italia sono interessati da procedimenti di bonifica si trova in Lombardia. Il risultato, che non sorprende più di tanto considerando che la regione è la più abitata e industrializzata del Paese, emerge dal primo rapporto sulle bonifiche dei siti regionali stilato dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e dal Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, che ha analizzato i dati del 2020 relativi al numero e alle superfici interessate da procedimenti di bonifica regionali al 31 dicembre 2019.

In Italia sono in tutto 34.478 i siti interessati da procedimenti di bonifica: 16.264 hanno un procedimento in corso e 17.862 hanno invece concluso il procedimento. Di questi, quelli che si trovano in Lombardia sono 10.316, per una superficie coinvolta di 13.514 ettari totali. I siti con procedimenti di bonifica in corso sono 2.827, ovvero il 27% del totale, mentre in 7.489 siti, pari al 73%, l’intervento si è già concluso, con o senza interventi.

siti contaminati e bonifiche in lombardia

La Città Metropolitana di Milano, in termini numerici, fa la parte del leone con 4.661 procedimenti totali (1.092 in corso e 3.569 conclusi), che coinvolgono in tutto 3.626 ettari di superficie. E Legnano è tra i primi 10 comuni lombardi sia per il numero di procedimenti conclusi (81, tra i quali 24 con intervento e 57 senza intervento, che ne fanno l’8° comune lombardo dopo Milano, Monza, Busto Arsizio, Brescia, Cremona, Bergamo e Como e prima di Cologno Monzese e Desio) che per il numero di procedimenti in corso (36, che la rendono il 5° comune in Regione dopo Milano, Monza, Brescia e Pavia e prima di Bergamo, Cernusco sul Naviglio, Paderno Dugnano, Cologno Monzese e Rozzano). La Città del Carroccio, peraltro, in base ai dati contenuti nel rapporto è anche tra i primi 20 comuni per procedimenti conclusi a livello nazionale, preceduta da Milano, Civitanova Marche, Firenze, Genova, San Giorgio di Nogaro, Torino, Venezia, Monza, Trieste, Busto Arsizio, Padova, Pisa, Brescia, Cremona, Bergamo, Ravenna e Como e seguita da Trento e Cologno Monzese.

siti contaminati e bonifiche in lombardia

Rho, invece, è tra i primi 10 comuni lombardi per numero di siti contaminati, preceduta da Milano, Bergamo, Sesto San Giovanni e Monza e seguita da Saronno, Pavia, Brescia, Como e Trezzano sul Naviglio. In città i siti contaminati sono 11: sette con bonifica in corso, due con bonifica conclusa in attesa di certificazione e due il cui iter non è noto. In tutto i siti contaminati, ovvero quelli per cui l’impatto sull’ambiente è conclamato, in Lombardia sono 961, poco più del 20% dei 4.689 che risultano contaminati in tutta Italia. I siti potenzialmente contaminati, invece, ovvero quelli per cui è stato registrato il superamento delle concentrazioni soglia di contaminazione, indice di un potenziale effetto sulle matrici ambientali e sulla salute dell’uomo, sono 1.012. Altri 854 siti, infine, sono in attesa di ulteriori accertamenti.

QUI IL RAPPORTO COMPLETO SULLO STATO DELLE BONIFICHE DEI SITI CONTAMINATI IN ITALIA

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore