Quantcast

Brianza: “Chiediamo le “Zes”, Interreg semplificato e tribunale brevetti in Lombardia”

Sono tre i temi cardine che sono stati proposti in sede di Commissione Speciale dalla vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia Francesca Brianza per la sessione europea in corso in questi giorni a Palazzo Pirelli

Francesca Brianza

Sono tre i temi cardine che sono stati proposti in sede di Commissione Speciale dalla vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia Francesca Brianza per la sessione europea in corso in questi giorni a Palazzo Pirelli
 
Sono tre i temi cardine che sono stati proposti in sede di Commissione Speciale dalla Vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia Francesca Brianza per la sessione europea in corso in questi giorni a Palazzo Pirelli che culminerà con la votazione definitiva in Consiglio Regionale il prossimo 23 marzo.
 
«Il mio intervento – dichiara Brianza – si è concentrato su alcune tematiche ben precise che riguardano lo sviluppo dei territori di frontiera, i rapporti tra il nostro Paese e la Confederazione Svizzera e le nostre relazioni con la Commissione Europea».
 
«Nello specifico – spiega – ho chiesto un impegno alla Giunta regionale e alle delegazioni di Regione Lombardia a Bruxelles e Roma affinché le politiche si focalizzino sulle aree di frontiera per promuovere uno sviluppo socioeconomico e il rafforzamento dei servizi essenziali per i cittadini (sociosanitari, scuola, trasporto pubblico, connettività digitale). A tale scopo – prosegue – è necessaria l’introduzione delle ZES (Zone ad Economia Speciale) per rilanciare il tessuto economico e produttivo in prossimità del confine italo-svizzero».
 
«Inoltre – continua – dopo il grande successo della quinta programmazione Interreg che ha visto la presentazione e realizzazione di tanti ottimi progetti, chiediamo un ulteriore salto di qualità per la programmazione 2021-2027 allo scopo di rendere più semplice ed accessibile la partecipazione ai bandi per imprese, associazioni ed enti del territorio».
 
«Infine – sottolinea – confermiamo il nostro grande e concreto impegno per promuovere l’assegnazione della sede della Divisione Centrale del Tribunale Unificato dei Brevetti al territorio lombardo. Una scelta strategia per promuovere maggiormente l’ambito della ricerca e che, dopo la mancata assegnazione dell’Agenzia del Farmaco per circostanze mai del tutto chiarite, ci spetterebbe di diritto».

«Con l’introduzione delle Zone ad Economia Speciale e una nuova efficace programmazione INTERREG – conclude Brianza – riusciremmo finalmente a dare un forte impulso ad un territorio tra i più delicati e peculiari come quello di confine: guardiamo al futuro e allo sviluppo anche in un’ottica di rinnovamento europeo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore