Quantcast

Veglia della Croce a Legnano: «Pandemia e guerra ci hanno resi tutti più fragili, affidiamoci a ciò che conta davvero»

La cerimonia ha ripreso il rito secondo cui  gli antichi cavalieri, prima dell'investitura, trascorrevano in meditazione la notte intera, era la loro Veglia d'Armi. Il monito di mons. Cairati: "Non siate effimeri e superficiali"

«Noi commemoriamo sempre la battaglia di Legnano, ma stasera il mio pensiero corre ai soldati della Lega Lombarda ma anche a quelli dell’imperatore, in angoscia per lo scontro del giorno successivo, la stessa angoscia che oggi affligge tanta gente sotto le bombe che seminano morte». Così mons. Angelo Cairati, prevosto e decano di Legnano alla Veglia della Croce, ultima cerimonia ufficiale che precede la giornata del Palio, domenica 29 maggio.

Galleria fotografica

Palio di Legnano: la Veglia della Croce in Basilica 4 di 4

«Pandemia e guerra ci hanno resi tutti più fragili», sempre il pensiero di monsignore unito all’invito a superare l’angoscia che Gesù stesso ha vissuto nello strazio della tortura e della morte: «Non siate effimeri, superficiali, attaccati a ciò che non conta veramente. Non fate coincidere la fede con la vita buona e felice. Ispiriamoci invece a valori di solidarietà e affidiamoci al Padre».

La  cerimonia ha ripreso il rito secondo cui  gli antichi cavalieri, prima dell’investitura, trascorrevano in meditazione la notte intera, era la loro Veglia d’Armi. Gli otto capitani delle contrade hanno pregato insieme a mons. Angelo Cairati intorno alla Croce di Ariberto d’Intimiano, in un atmosfera che ogni anno catapulta i fedeli nel medioevo.

La diretta è  stata una produzione della Parrocchia Prepositurale di San Magno. Telecronaca di Federica Tacchi. Coordinamento e regia di Luca Mondellini

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Maggio 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Palio di Legnano: la Veglia della Croce in Basilica 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore