Quantcast

La memoria di Carlo Borsani celebrata con un corteo per le vie di Legnano. La reazione dell’ANPI

La iniziativa del comitato "Legnano non dimentica" contestata dall'ANPI: "A pochi giorni dal 25 Aprile Legnano è stata infangata da questa vergognosa manifestazione"

Manifestazione in onore di Carlo Borsani

Almeno 150 militanti che si riconoscono nel comitato “Legnano non dimentica” hanno animato ieri sera, sabato 30 aprile, il corteo in onore di Carlo Borsani, medaglia d’oro al valori militare la cui adesione alla Repubblica sociale italiana alimenta ancora oggi opposti sentimenti, come la sua uccisione a guerra finita per opera di un gruppo partigiano.

Galleria fotografica

Manifestazione in onore di Carlo Borsani 4 di 4

Una manifestazione, carica di significati commemorativi, ma  anche di aspetti politici che già nella serata di ieri hanno indotto l’ANPI a prendere una posizione severa: «Il corteo si è trasformato in una vergognosa parata fascista con tanto di tamburi, fiaccole e saluti romani – così scrivono il presidente provinciale ANPI Roberto Cenati e quello legnanese Primo Minelli – . A pochi giorni dal 25 Aprile Legnano è stata infangata da questa vergognosa manifestazione. Chiediamo alle Autorità e alle Istituzioni di individuare e di denunciare chi si è reso colpevole di aver violato la legge che fa divieto di apologia al fascismo. Non è più tollerabile che formazioni fasciste, che dovrebbero esser messe fuori legge, continuino impunemente ad oltraggiare la Resistenza e la storia del nostro paese».

Con le forze dell’ordine e della polizia locale presenti su tutto il percorso, non ci sono stati assolutamente momenti di preoccupazione. La manifestazione si è svolta e si è conclusa nella più assoluta tranquillità.

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Maggio 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Manifestazione in onore di Carlo Borsani 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore