Quantcast

“In questa contrada nessun foulard diverso dal nostro”, la denuncia di una lettrice ai Manieri Aperti

Un episodio sicuramente non edificante in una giornata in cui l'apertura dei manieri alla città avrebbe dovuto annullare "leggi non scritte" nel codice paliesco

legnano palio

La vicenda segnalata dalla nostra lettrice oggi, domenica 1 maggio, in occasione dei Manieri Aperti, evidenza sicuramente una eccezione nel mondo del Palio. Indossare un foulard di una contrada diversa da quella visitata in una giornata come quella odierna è e deve essere considerata una eccezione alla “legge non scritta” invocata dalla contradaiola che ha mostrato scarso senso di apertura al… diverso. Ci auguriamo che l’episodio non tolga nulla alla passione della 12enne, meritevole di tutta la solidarietà paliesca necessaria in questo momento. Un caso isolato, tuttavia, non può e non deve condannare un intero ambiente conosciuto per aperture mentali, organizzative e associative tra le più apprezzate in città. Come si dice? Non facciamo di tutte le erbe un fascio….

Buongiorno, vi contatto per segnalare un episodio capitatoci questa mattina visitando i manieri.
Partendo dal fatto che siamo una famiglia allargata, oggi con noi c’era la figlia del mio compagno che, nata e cresciuta qui, sfoggiava con orgoglio e felicità il foulard della sua contrada come tutti i ragazzi. Felice della giornata di festa è venuta con noi a visitare i manieri, ma si è dovuta a 12 anni, sentire come un nemico, emarginata ed imbarazzata, alla richiesta di una signora che, con gentilezza, le ha chiesto di togliere il suo foulard per via di “una legge non scritta”, perchè entrava a casa sua. Ora, io quando la porta di casa agli ospiti, non guardo cosa indossano e cerco di essere ospitale, specialmente coi bambini.
Anzi, dal mio punto di vista, la signora doveva essere felice che una persona appartenente ad un’altra contrada visitasse il suo maniero. Non farò nomi di contrade, perchè il fattore importate è la discriminazione che è stata fatta ad una dodicenne in un giorno fi festa nella sua città. Pensavo che il palio fosse un modo per far vivere ai giovani un senso di unità in qualcosa che caratterizza solo la loro città. La competitività è giusta al momento di una gara, ma come succede nello sport, al di fuori della gara si dovrebbe essere tutti amici. Spero che ai suoi figli non capiti mai di sentirsi come si è sentita la nostra bambina sta mattina.
Cordialmente

Lettera firmata

https://www.legnanonews.com/palio/2022/05/01/a-legnano-tornano-i-manieri-aperti-le-contrade-colorano-la-citta-in-attesa-del-palio/1025289/

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore