Quantcast

Parco logistico da 25mila metri quadri nell’area ex Cantoni a Legnano, Lega: «Nessun confronto»

Il nuovo parco logistico che si profila nel futuro dell'area ex Cantoni di via Jucker a Legnano è finito al centro del dibattito in consiglio comunale

parco logistico ex cantoni legnano

Fa discutere il futuro da parco logistico che si profila per la ex Cantoni di via Jucker a Legnano. L’area industriale dismessa è stata acquistata nei mesi scorsi da un’azienda ceca attiva nel settore immobiliare che a metà febbraio ha annunciato l’intenzione di realizzarvi un parco logistico che «si estenderà su una superficie territoriale di circa 50mila metri quadri, con una massima affittabile di 24.500 metri quadri per magazzino, uffici e aree di parcheggio». E proprio i nuovi orizzonti che si aprono per i capannoni che una volta ospitavano il cotonificio hanno portato la questione tra i banchi del consiglio comunale cittadino “per mano” di tre interrogazioni presentate dalla Lega per chiedere conto delle informazioni a conoscenza di Palazzo Malinverni sui piani del gruppo immobiliare e delle mancate spiegazioni fornite durante l’ultima commissione urbanistica dedicata proprio alle aree dismesse.

«Sull’area nel corso degli anni sono state molte le interlocuzioni con la proprietà e con diversi operatori per capire quali fossero le capacità edificatorie dell’area, senza che gli interessati formulassero titoli abitativi specifici – ha spiegato l’assessore all’urbanistica Lorena Fedeli rispondendo alle richieste del Carroccio -. La società ha presentato un’istanza di verifica preliminare per un potenziale progetto di rigenerazione urbana dell’area industriale dismessa di proprietà della ex Cantoni lo scorso 24 novembre in qualità di promissaria acquirente, e i chiarimenti rispetto all’insediabilità dell’area in base al PGT vigente sono stati forniti il 25 gennaio: nulla è stato detto circa l’acquisto dell’area. L’amministrazione non aveva nessuna informazione alla data di svolgimento della commissione relativamente al cambio di titolarità dell’area, né tantomeno sulle intenzioni del nuovo acquirente. Stiamo avviando un percorso di revisione del piano di governo del territorio che terrà conto delle politiche ambientali e di rigenerazione in chiave moderna, sino ad allora non può fare altro che attenersi alle normative vigenti ed attuare tutte le politiche ambientali previste dalla stessa».

Spiegazioni che però non hanno convinto la Lega: «Abbiamo a cuore le istanze di sviluppo economico territoriale e guardiamo con estremo favore alle nuove energie imprenditoriali che investono su Legnano, ma mi sembra davvero assurdo che l’amministrazione comunale non sia stata messa al corrente di un’iniziativa importante e rilevante per il nostro territorio, che comporta l’acquisizione di un’area così vasta per realizzare un parco logistico la cui apertura è prevista entro il 2023. Come purtroppo successo già volte, quando si parla di recupero di aree dismesse abbiamo la percezione che si debbano sempre rincorrere notizie che provengono dall’esterno, difficilmente riusciamo ad avere una vera e propria interlocuzione».

«Mi ritengo presa in giro, nel momento in cui l’assessore dice che la giunta non è a conoscenza del passaggio di mano dell’area ex Cantoni ad un’altra proprietà sta mentendo sapendo di mentire», ha rincarato la dose la consigliera Daniela Laffusa, che ha anche chiesto alla squadra di governo cittadino come si coniugherà la «filosofia green» della maggioranza con l’impatto che il nuovo parco logistico avrà sul traffico di passaggio sulla Saronnese, arteria «assolutamente sottodimensionata» rispetto al carico di mezzi che dovrà probabilmente accogliere. «Esiste un galateo istituzionale – ha aggiunto Laffusa -, non credo che prima ancora della vendita nessuno si sia palesato all’amministrazione, non credo che dopo la vendita non sia stato detto nulla, non credo la giunta sia all’oscuro di tutto. Ritengo anzi che abbiate tenuto all’oscuro i vostri consiglieri di maggioranza: sappiamo che all’interno del vostro gruppo consiliare ci sono persone molto attente all’ambiente che avrebbero avuto dei mal di pancia».

Immagine in copertina tratta dal sito dell’azienda che ha acquistato l’area

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 31 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore