Quantcast

Il legnanese Martino Crespi “Doge degli eventi” alla mostra del cinema di Venezia

Martino Crespi è tornato a indossare i panni di regista di eventi di lusso ed è sbarcato in laguna per firmare una cene di gala, party memorabili, mostre e visite esclusive. Il legnanese ha affiancando al ruolo di event manager anche quello di produttore discografico

Martino Crespi a Vanezia

A Venezia è soprannominato il Doge degli eventi. Il legnanese Martino Crespi, di cui abbiamo recentemente parlato per la sua parentesi da allevatore di lumache a Villa Cortese, è tornato (dopo quasi due anni di lockdown forzato) a indossare i panni di regista di eventi di lusso ed è sbarcato in laguna per firmare una cene di gala, party memorabili, mostre e visite esclusive nei più bei palazzi della Serenissima.

Martino Crespi a Vanezia

Tra questi da segnalare la cena di gala per festeggiare il film “Ennio”, con cui Giuseppe Tornatore celebra Ennio Morricone, gli itinerari d’autore creati per la Venice Priceless Experience di Mastercard, l’evento di Vanity Fair e la mostra fotografica dei personaggi del cinema italiano immortalati da Riccardo Ghilardi durante il lockdown.

Martino Crespi a Vanezia

Inarrestabile e poliedrico imprenditore, Martino Crespi ha affiancando al ruolo di event manager anche quello di produttore discografico. Dal 3 settembre è scaricabile online e  in vendita nei negozi il primo album di Aria, raccolta di 17 musiche da film di successo, firmate da autori come Ennio Morricone, Nino Rota, Hans Zimmer, interpretate da un ensemble di voci femminili (sette voci da soprano) e da solisti internazionali. Nei suoi eventi cantanti e musicisti si muovono elegantemente tra le tavole imbandite secondo una coreografia studiata dallo stesso Crespi ed ispirata al concetto di Tafelmusik o “musica da tavola”

Dentro l’allevamento di lumache “cool”

 

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore