Quantcast

Basket Marnate – WIZ Legnano 70 – 76

Vittoria faticata, c'è stato bisogno di un tempo supplementare, ma proprio per questa ragione ancora più meritata per i legnanesi

Legnano sport

Basket Marnate – WIZ Legnano 70 – 76 dts (20-15) (33-30) (50-47) (64-64)
MARNATE: Parietti 9, Croci 3, Arui 10, Augusto 8, Fiorini ne, Ferro ne, Cattaneo 12, Florio 14, Roppo 10, Pogliana 1, Martinolo ne, Tonella 3. All. Viola
WIZ: Portaluppi 5, D’Ambrosio M. 3, Gastoldi 2, Spertini 5, D’Ambrosio D. 5, Radice 5, Ciapponi 3, Hamadi, Pogliana 2, Riboli 27, Piantini 19. All. Ferrara

La prima della WIZ è qualcosa più di buona: è favolosa. I gialloviola infatti, all’esordio assoluto in serie C Silver, e nonostante avessero nelle gambe un solo allenamento  corale, fanno saltare il banco espugnando nientemeno che la “casa” di Basket Marnate che, per dire, è la formazione favorita per la vittoria finale. Vittoria faticata – c’è stato bisogno di un tempo supplementare -, ma proprio per questa ragione ancora più meritata.

Impresa che gli “wizzini” hanno concretizzato mostrando carattere da squadra di rango nei restanti 15 minuti: “Dall’aggancio fino a metà del supplementare, ovvero al 43° minuto, abbiamo messo in mostra più freschezza di Marnate che, probabilmente, è arrivata sul rettilineo finale con poche energie, mentre noi grazie alla brillantezza e alla reattività degli esterni abbiamo trovato soluzioni offensive adeguate e giocate-chiave in difesa nei momenti cruciali. Tutti elementi che ci hanno permesso un piccolo allungo che ci siamo portati fino alla sirena”, un primo commento dallo spogliatoio legnanese.

Il covid-19 non consente assembramenti e festeggiamenti ma, insomma, l’impresa andrebbe illuminata a dovere: “No, niente voli pindarici e soprattutto – così Andrea Ferrara, il tecnico legnanese – bando agli entusiasmi fuori misura. Bisogna essere onesti e sottolineare che a noi, al di là dei nostri indubbi meriti, è andato tutto bene, mentre Marnate, anche con tiri aperti e ben costruiti, ha fatto spesso “sdeng!!” sul ferro. Quindi, viviamo il momento con la giusta dose di felicità e una certezza: torniamo in palestra contenti, ma consapevoli di aver tantissimo lavoro da fare perchè – conclude Ciro -, le cose da sistemare e migliorare sono davvero tantissime>

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore