Quantcast

Alla ricerca della natura selvaggia dentro e fuori di noi: “Into the (Re)Wild”

Autore è il giovane filosofo ed ecologo legnanese Natan Feltrin, tornato a pubblicare con un lavoro dedicato non solo all’ambiente, ma anche alla psicologia umana

legnano generica

Viviamo in un periodo storico contraddistinto da una perdita di libertà e certezze. In bilico tra pandemie e catastrofi ecologiche, è difficile guardare al presente e al futuro con coraggio e speranza. Mai come prima d’ora è necessaria una filosofia della liberazione!

A proporne una è il giovane filosofo ed ecologo legnanese Natan Feltrin che, dopo più di un anno trascorso nelle Highlands scozzesi a studiare il movimento ecologico chiamato rewilding (“rendere selvaggio”), è tornato a pubblicare con un lavoro dedicato non solo all’ambiente, ma anche alla psicologia umana.

Il libro, dal titolo Into the (Re)Wild, che richiama il celebre film di Sean Penn, è un saggio breve e intenso in cui vengono illustrate le strategie necessarie per fermare l’estinzione di biodiversità contemporanea e per riconnettersi al nostro “lato selvaggio”.

Infatti, il testo affronta anche tematiche spinose e attualissime come la coesistenza con animali che ci possono fare paura e la necessità di ricomprenderci come parte integrante degli ecosistemi, sino ad argomenti – solo apparentemente sconnessi – quali il naturismo, lo scalzismo e il poliamore. In meno di duecento pagine, anche grazie ai disegni delle artiste Magda Brustolin e Federica Crespi, Natan riesce a mostrarci in modo rivoluzionario aspetti della natura umana troppo spesso celati dietro a un velo di moralità apparente. Che il futuro di questo pianeta e dei suoi abitanti dipenda dalla nostra capacità di riscoprirci animali tra altri animali?

Per informazioni su questo libro:
https://www.rewildacademyitalia.it/into-the-rewild

https://www.rewildacademyitalia.it/offers/pJZXULH4/checkout

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 03 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore