Quantcast

Legnano in TV con Lolita Lobosco, la sua autrice: “Un’idea degli sceneggiatori della Rai”

Il riferimento a Legnano nella serie televisiva, domenica sera il secondo episodio, è casuale e dovuto esclusivamente agli sceneggiatori della Rai. Nostra intervista in esclusiva alla scrittrice pugliese Gabriella Genisi

lolita lobsco

Il primo episodio delle avventure del vice commissario Lolita Lobosco, personaggio creato dalla penna della scrittrice  Gabriella Genisi, andato in onda domenica scorsa su Rai1, aveva interessato la nostra redazione per il legame che univa la poliziotta e il suo passato al commissariato di Legnano, in cui avrebbe lavorato per anni, prima di tornare nella sua Bari.

E’ così partita la ricerca di cosa avesse mai potuto indurre la scrittrice pugliese a trovare in Legnano un riferimento al passato professionale della sua protagonista. Ebbene, a Legnano, se vuoi sapere qualcosa di libri, autori, editori, un sicuro punto di riferimento è Amanda Colombo della Galleria del Libro. Da sempre vicina a Legnanonews con la storica rubrica ‘Il libro sul comodino’, anche in questo caso, Amanda ci ha offerto il suo importante contributo.

Subito la prima sorpresa. Nel libro non esiste alcun passato legnanese nella vita del vice commissario Lobosco e la conferma arriva proprio da Gabriella Genisi che contattiamo sempre grazie alla collaborazione di Amanda: «Effettivamente la scelta di Legnano è dipesa dagli sceneggiatori, ma è del tutto casuale. Hanno scelto una città dell’hinterland milanese – spiega con grande cortesia l’autrice-.  Nei libri della serie, Lolita Lobosco tornava dalla Sicilia e da un breve periodo a Padova. Personalmente, la scelta di Legnano non mi dispiace per niente, rimanda con la memoria alle celebri biciclette. Tra l’altro proprio di recente, per una serie di coincidenze, a Bari ho conosciuto una studentessa di Legnano ospite a casa di una cara amica. So che è una bellissima città e non escludo non appena sarà possibile ricominciare a viaggiare un weekend da voi».

Questa sera, domenica 28 febbraio, secondo episodio sugli schermi di Rai1. La prima serata è stata un successo che le avrà fatto sicuramente piacere: «Il successo, con uno share stellare, ha superato ogni rosea aspettativa. Vedere trasportati i miei personaggi dalle pagine dei libri alle immagini video è stata una bellissima sensazione perchè  Luisa Ranieri, l’attrice protagonista, è perfetta nel ruolo. Ma anche il resto del cast è del tutto calzante».

Da più parti, è stato proposto un confronto con Camilleri e il suo commissario Montalbano: «Camilleri resta un esempio irraggiungibile ma se non avessi letto il suo Montalbano la mia Lolita non l’avrei neppure pensata», così conclude Gabriella Genisi, non prima però di inviare un saluto ai colleghi di Lolita del commissariato di Legnano: «Appena sarò in zona un saluto a tutti loro è doveroso».

Foto in copertina “Di Gabriella Genisi – Gabriella Genisi, collezione personale, CC BY-SA 4.0” 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 28 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore