Quantcast

Auser Ticino Olona chiede a Regione il vaccino per i volontari

Secondo Squeo il mondo del volontariato è fondamentale in questo periodo di pandemia, ma i volontari sono a rischio: «Per garantire il servizio vanno vaccinati»

Auser legnano

Il mondo del volontariato di Legnano non si ferma mai. Anche in quest’occasione i volontari legnanesi, come quelli dell’Auser Ticino Olona, si stanno dimostrando fondamentali, ma allo stesso tempo sono maggiormente esposti a rischio contagio.

In questi mesi di emergenza, Auser ha proseguito non solo l’attività di telefonia, ma anche quella legata alla spesa a domicilio e di accompagnamento. In questi giorni Auser si è resa disponibile a trasportare gli over 80enni privi di una rete famigliare al centro vaccinale.

Dal 19 febbraio a oggi, 16 febbraio, sono diversi i legnanesi che hanno prenotato il servizio di accompagnamento per la seduta vaccinale. A fronte di una possibile crescita di richieste, Mauro Squeo presidente di Auser Ticino Olona ha commentato: «Il servizio che il mondo del volontariato svolge sta sempre più risultando fondamentale. Ma una realtà come la nostra è costituita da persone non più giovanissime, quindi, maggiormente a rischio. Ecco perchè come Auser abbiamo chiesto a Regione Lombardia di essere al più presto vaccinati. Ovviamente non ci tireremo indietro, chiediamo solo la possibilità di poter continuare a garantire queste importanti attività».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 26 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore