Quantcast

Il dramma dei senzatetto rilanciato a Legnano da Fratelli d’Italia

Dal gruppo consigliare l'invito al Comune perchè queste persone vengano assegnate momentaneamente a strutture che possano ospitarli per la notte. Purtroppo, per la pandemia, questi dormitori sono chiusi

legnano generica

Un senzatetto avvolto in una coperta che dorme sotto i portici di corso Garibaldi. Un’immagine choccante per i legnanesi più abituati a vedere queste scene in TV e molto meno di persona. Invece, un dramma che accade anche a casa nostra  e sollecita una riflessione da parte del gruppo consigliare Fratelli d’Italia ed il Circolo Carlo Borsani.

«Alle 7 di mercoledì 13 in Corso Garibaldi Isola Pedonale, sotto i portici, c’era una persona che dormiva per terra.
Con l’aiuto telefonico del 118 si è verificato che stesse bene e che si escludesse l’intervento in emergenza sanitaria, dopodiché la persona si è allontanata di sua volontà verso Corso Magenta. La sera prima ci è stato segnalato l’intervento di due pattuglie della Polizia Locale in Via Mauro Venegoni, sempre sotto i portici, per l’allontanamento di un senzatetto che si stava accampando. Potrebbe essere che la persona sia la stessa che allontanata da un bivacco si sia spostata in altra zona».

«Con gli stanziamenti fatti alle varie Parrocchie e Associazioni del territorio si deve lavorare per evitare che una persona si trovi a dormire per strada, soprattutto in questo periodo di freddo e gelo- prosegue la nota con una richiesta -. Chiediamo quindi che l’Amministrazione Comunale vigili su queste situazioni al fine che non diventino all’ordine del giorno e che, tramite la Polizia Locale, una volta identificati, vengano assegnati momentaneamente a strutture che possano ospitarli per la notte».

Lodevoli, senza dubbio, l’interessamento e la proposta di Fratelli d’Italia, ma… ma in questa fase di pandemia le strutture invocate non sono attive, proprio per la necessità di evitare assembramenti. Il caso appunto ha voluto che la persona trovata sotto i portici di corso Garibaldi fosse a due passi dalla Casa di San Giuseppe, il dormitorio gestito dalla associazione Cielo e Terra, inattivo in questo periodo proprio per il coronavirus.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore