Quantcast

Una regina e un re pronti a correre per Palazzo Malinverni?

Trattative sempre in corso, ma Carolina Toia e Lorenzo Radice sono i nomi più probabili a guidare i colossi della politica legnanese

Altri nuovi  incontri di qua e di là, ma nessuna ufficialità. Soltanto indiscrezioni, come se i due colossi della politica legnanese siano impegnati a lasciare all'altro l'onore (forse, l'onere) della prima mossa.

Il centrosinistra non è in attesa soltanto del suo candidato. Attende anche di capire come si potrà perfezionare la coalizione. Le ultime ore danno il Movimento 5 Stelle più vicino al Partito Democratico e quindi, dovessero i pentastellati aggiungersi a Insieme per Legnano, RiLegnano, Art.1 e Alternativa Popolare, il candidato sindaco dovrà essere davvero un civico oppure resterà Lorenzo Radice, nome proposto dai democratici, particolarmente attivo nel sociale e apprezzato nel mondo cattolico?

[pubblicita]      Il centrodestra attende la sua "regina". Fosse davvero l’avv. Carolina Toia, già consigliera regionale con la lista “Maroni presidente”, sarebbe la prima volta di una candidatura a sindaco in chiave femminile proposta per il centrodestra da parte di un partito della coalizione. Nel suo mandato al Pirellone, Toia è stata una presenza costante sul territorio, sia in eventi pubblici che istituzionali, meritando ampi consensi.

In attesa del "re" e della "regina" della campagna elettorale, il principe del foro, avv. Franco Brumana, diventato il "principe" della politica locale, segna una defezione nel proprio movimento. Legnano cambia, lista civica che sostiene lo stesso Brumana e Costituente civica, invece ampia il gruppo, ma l'avvocato non appare troppo turbato. Certo che vincere le Primarie e perdere pezzi, senza scomporsi, appartiene solo al "principe" della nostra campagna elettorale. Un signor… principe.

L'arciduca ambientalista, prof. Alessandro Rogora, docente ordinario di Progettazione Ambientale al Politecnico di Milano, guiderà i Verdi che corerrano soli e che hanno infranto fin da subito la coalizione richiesta da Legnano in Comune – Sinistra costituzione che faceva appello a RiLegnano, Verdi, ART 1 e PD per un fronte unico contro il centrodestra.

Seguirà, infine, qualche vassallo? Noi siamo per una risposta affermativa. Diamo tempo al tempo.

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 04 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore