I due Papi, il confronto tra Ratzinger e Bergoglio

Una pellicola che merita un voto da 7 - Bravissimi Antony Hopkins e Jonathan Pryce

I due papi.
Un film biografico sulla vita del cardinal Jorge Maria Bergoglio e sul suo rapporto con il Papa Emerito Benedetto XVI. 

Nel 2012 Bergoglio decide di rassegnare le dimissioni dalla carica di arcivescovo di Buenos Aires perché vuole ritirarsi a vita privata, tornare ad essere un semplice prete tra la gente. 
Si reca quindi a Roma per avere un colloquio privato con il Papa. 
In questo periodo Ratzinger ha la possibilità di conoscere Bergoglio e di ricredersi. I due sacerdoti infatti avevano posizioni totalmente opposte riguardo ai temi cari alla Chiesa: aborto, contraccezione, comunione ai divorziati e sacerdozio femminile. 
Ci viene quindi mostrata la nascita di un rapporto fatto di confronto e di rispetto reciproco,nato dal loro cambiamento interiore. 

[pubblicita]          Da una parte la pellicola ci mostra un Benedetto XVI leader, capo della Chiesa, un teologo, opposto a lui troviamo un Francesco “uomo del popolo”, un sacerdote tra gli ultimi. 
Bergoglio è un uomo come tutti noi: si pensi che, prima di entrare in seminario, era promesso sposo. 
Lo vediamo confrontarsi con la Dittatura di Videla, vacillare nella sua fede, proteggere chi è in difficoltà. 
Nel film vediamo tutto il suo percorso, fino all'epilogo finale: durante un colloquio privato, nella cappella Sistina, Ratzinger comunica a Bergoglio di  voler rassegnare le dimissioni dalle cariche pubbliche. 

La pellicola si muove piacevolmente per tutti i 120 minuti.
Da mettere in evidenza le interpretazioni dei due protagonisti Antony Hopkins e Jonathan Pryce. 
I due attori sono perfetti nel ruolo, sia per la loro somiglianza fisica ma anche per le grandi capacità interpretative. 
Più il film va avanti, più la loro recitazione è appassionante, coinvolgente. 
Non sorprende che i due protagonisti siano stati nominati ai Golden Globe 2020. 

Non pensate che questa pellicola sia scontata. Non fermativi davanti all’apparenza che possa essere un film dedicato alla figura religiosa. Non lo è per nulla! Il fulcro è la figura umana con i suoi pregi e difetti. 

Dallo scorso 20 dicembre la pellicola si trova sulla piattaforma Netflix. 

Voto : 7

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 05 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore