Quantcast

Il PD si riprende il suo ruolo, finalmente!

Il primo partito nelle ultime elezioni comunali si è ripreso la leadership nel centro sinistra pretendendo la priorità nella scelta del candidato - Non poteva accadere diversamente 

Tutti contro il PD. Dopo l’ultimo incontro che ha portato a nuovi contrasti all’interno di quanto è rimasto dell’originale e compatta opposizione all’ex governo Fratus, generale disapprovazione per una presunta alterigia dei democratici nel pretendere un ruolo prioritario nell’indirizzare le scelte sul candidato del centro sinistra composto da partiti, movimenti e civici. 

 [pubblicita]   Noi, controcorrente, diciamo finalmente. Finalmente, il PD ha mostrato i… muscoli. Finalmente, il PD ha fatto valere il suo ruolo di primo partito nelle elezioni di nemmeno due anni fa. Finalmente, il PD ha smesso di stare nascosto sotto le spoglie di questo o quel comitato, di essere trascinato e non di trascinare, di percorrere una strada indicata da altri e non la sua.

Non entriamo nel merito dei particolari che emergono in questi giorni dopo la riunione di settimana scorsa tra PD e civiche e neppure sui possibili scenari futuri. Oggi, vogliamo solo sottolineare questo atteggiamento dei democratici che hanno saputo riprendersi un ruolo politico che spetta per il passato  e lo spessore di tanti suoi dirigenti. Un ruolo perso a lungo per esagerato opportunismo, lasciando legittimamente ritenere ad altri di poter dettare programmi e candidature.

Agli attuali rappresentanti, adesso, il compito di strategie utili davvero alla campagna elettorale e di attenzione al nome da proporre come candidata (il femminile e' voluto e apprezzato). Quello che circola non sarebbe proprio male e noi, (ricordiamo bene) lo avevamo già indicato nel novembre 2016 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore