Quantcast

Rescaldina dà il benvenuto ai primi nove parcheggi rosa

I nuovi parcheggi rosa verranno realizzati in corrispondenza delle scuole e di alcuni punti di interesse individuati con una delibera di giunta ad hoc

parcheggio rosa

Rescaldina dà il benvenuto ai suoi primi parcheggi rosa, i posti auto riservati alle donne in gravidanza e a tutti i genitori che viaggiano in auto con figli al di sotto dei due anni. Lunedì 8 agosto un’ordinanza a firma del comandante della Polizia Locale Alessandra Dall’Orto ha infatti dato il via libera alla realizzazione di nove stalli, facendo seguito alla delibera di giunta di fine luglio con la quale venivano individuate le zone ed il numero di posteggi rosa da realizzare, dando mandato agli uffici per tutti gli atti necessari.

I nuovi parcheggi rosa verranno realizzati in corrispondenza di scuole e punti di interesse del paese: ce ne saranno due in via Gramsci nell’area di sosta antistante la scuola dell’infanzia Ferrario, uno in via Battisti nelle vicinanze della scuola primaria Dante Alighieri e della biblioteca comunale, uno in via Matteotti nella zona della scuola dell’infanzia Don Pozzi e dell’Ufficio Servizi alla Persona, uno in Piazza Chiesa dove c’è il palazzo municipale, uno in via Asilo nelle vicinanze della scuola primaria Alessandro Manzoni e della sezione distaccata di Rescalda della scuola dell’infanzia Ferrario, uno via Pineta nella zona della farmacia comunale e due in via Piave, vicino all’asilo nido Karol Wojtyla.

Già presenti sulle strade di tutta Italia da tempo, con le modifiche al codice della strada entrate in vigore a novembre dello scorso anno i parcheggi rosa hanno trovato per la prima volta una disciplina uniforme a livello nazionale, mentre in precedenza erano i singoli comuni a decidere se e dove prevederli. Per utilizzare gli stalli riservati a donne incinta e neogenitori in base al codice della strada serve un contrassegno ad hoc, il cosiddetto “permesso rosa”, anche se, come rileva l’ordinanza del comandante della Polizia Locale di Rescaldina, «non è ancora stato modificato il regolamento al codice della strada con il quale verranno date indicazioni rispetto alle modalità di rilascio dei contrassegni agli aventi diritto». Per i trasgressori la multa va da 80 a 328 euro se ad occupare un parcheggio riservato è un ciclomotore e da 165 a 660 euro per gli altri veicoli.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 09 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore