Quantcast

TARI, a Nerviano tagli per 156mila euro contro i rincari

La giunta ha deliberato una serie di tagli sulla TARI in base al numero di componenti del nucleo familiare contro i rincari di bollette e spesa

tari

Il “caro bollette” imperversa, aumenta il costo della spesa e anche quello della benzina e più in generale dei carburanti non scherza. Così Nerviano ha deciso di tendere una mano ai cittadini con uno sconto sulla TARI per le utenze domestiche che porterà a tutti i nuclei familiari del paese, indipendentemente dalla composizione, un taglio sulle prossime rate grazie ad uno stanziamento di 156.292 euro deciso dalla giunta guidata da Daniela Colombo durante l’ultima seduta di luglio.

Per l’abbattimento della tassa sui rifiuti Piazza Manzoni ha deciso di considerare il numero dei componenti del nucleo familiare che vive nell’immobile associato al tributo, intervenendo con dei tagli progressivi sulla cosiddetta quota variabile dell’imposta. Si parte dagli 11,31 euro di sconto per i 2.389 single, che comporterà una spesa complessiva di circa 27mila euro, fino ai 46,38 euro in meno che verranno richiesti dalle 77 famiglie con sei o più componenti, con un costo totale di circa 3.500 euro.

In questa forbice sono previsti tagli da 20,36 euro per le 2.213 famiglie con due componenti (con una spesa totale di circa 45mila euro), da 26,02 euro per i 1.390 nuclei familiari con tre componenti (per un costo complessivo di 36mila euro circa), da 33,94 euro per le 1.035 famiglie formate da quattro persone (con una spesa complessiva di circa 35mila euro) e da 40,73 euro per le 229 famiglie con cinque componenti (con un costo totale di circa 9mila euro).

Lo sconto sulla TARI deliberato dalla giunta verrà scalato direttamente dalla prima bolletta del 2023: modalità, quest’ultima, scelta dall’amministrazione non solo perché «sarebbe stato antieconomico ristampare la bollettazione 2022 che è già stata inviata da mesi», ma anche e soprattutto per «la necessità di procedere a lunghe e complesse verifiche per determinare la quota “rimborsabile” nel caso dei soggetti che hanno già pagato la TARI in un’unica soluzione entro la scadenza prevista del 30 giugno».

«L’attuale congiuntura socio-economica vede le persone sempre più spesso in difficoltà nel far fronte ai considerevoli aumenti connessi a utenze e beni di prima necessità – sottolineano da Piazza Manzoni -: con questa nuova misura l’amministrazione sceglie di destinare una cifra significativa come risposta concreta a supporto delle famiglie e dei singoli, promuovendo un’azione per sostenere le categorie più esposte, in particolare in un periodo in cui le bollette, come quelle di luce e gas, gravano pesantemente sull’economia famigliare».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 04 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore