Quantcast

Bicipace è tornata a pedalare, in 800 in sella contro la guerra

Tanta partecipazione e tante riflessioni su pace e ambiente alla pedalata che quest'anno non si è fermata nella tradizionale Colonia fluviale ma a Castano Primo,ala tensostruttura.

bicipace

Nemmeno il caldo torrido non ha fermato la voglia di pedalare e condividere i valori che bicipace porta avanti da 38anni. Più di 800 persone hanno messo i piedi sulle proprie biciclette e hanno partecipato alla colorata carovana che quest’anno non si è fermata nella tradizionale Colonia fluviale ma a Castano Primo,ala tensostruttura.

Bicipace

Galleria fotografica

Bicipace 4 di 7

«All’arrivo ad accoglierci – spiega Flavio Castiglioni di Legambiente –  il Sindaco Giuseppe Pignatello, che ringraziamo ancora per la disponibilità. Alla partenza di Legnano, ad aspettarci e partecipare lungo le strade di tutto il percorso il sindaco di Legnano Lorenzo Radice. Nel pomeriggio abbiamo invece parlato dei temi a noi cari: pace e ambiente. Con “Meno venti di guerra più bici di pace”, insieme ad Elio Pagàni e Roberto Guaglianone di Atac, abbiamo ribadito la nostra contrarietà alla guerra, che non si vince con le armi, ma con la forza del confronto e del dialogo e abbiamo discusso il tema dell’ampliamento del cargo City di Malpensa, che porterà la perdita di 44 ettari di brughiera nel cuore del parco del Ticino. Questo, a nostro parere, nulla ha a vedere con lo sviluppo sostenibile, ma il contrario».

Erano presenti numerosi i Circoli Legambiente Lombardia, Legambici, Legambiente per la ciclabilità, circoli Busto Arsizio, Nerviano, Parabiago, Turbigo e Buscate, Canegrate, Cassano Magnago, Gallarate e altre realtà sociali ancora. Un ricordo particolare è stato dedicato ad Andrea Barcucci, leader dell’ambientalismo a Busto Arsizio

 

 

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Giugno 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Bicipace 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore