Quantcast

La Storia della Cucina Italiana a Fumetti donata alla Scuola Manzoni di Parabiago

Il delegato Alto Milanese della Accademia Italiana della Cucina Franco Rossi ha finalmente potuto consegnarla nelle mani della responsabile Anna Pignataro

legnano generica

Oggi 26 maggio 2022, dopo aver superato tanti ostacoli burocratici che si incontrano anche quando si vuole fare una donazione utile per la cultura, a partire dalla difficoltà di parlare col Dirigente scolastico, passando attraverso il confronto date per l’appuntamento e la necessità dell’approvazione del Consiglio di Istituto, il Delegato Alto Milanese della Accademia Italiana della Cucina Franco Rossi ha finalmente potuto consegnare nelle mani della Responsabile Anna Pignataro affiancata dal Consigliere Teresa Flaccomio i venti volumi della Storia della Cucina Italiana a Fumetti per la Scuola Manzoni.

Tutti noi, o quasi, abbiamo un fumetto del cuore: ora, per la prima volta, possono averlo anche i gourmet ed i ragazzi delle scuole innamorati della storia. L’affascinante storia della cucina italiana che per la prima volta viene illustrata a fumetti, parte da molto lontano nel tempo. Vede i suoi albori 3.000 anni fa con gli etruschi che iniziarono a cucinare piatti in uso ancora oggi, e prosegue con i romani e poi con gli arabi, giunge nel Medioevo e nel Rinascimento. Ma è soprattutto con i cibi venuti dalle Americhe dopo il Cinquecento che varia radicalmente il nostro modo di mangiare.

L’arrivo dei pomodori, dei fagioli, delle patate, del mais, della cioccolata e di molti altri ingredienti, cambia totalmente il volto della nostra cucina. Di grande interesse è poi vedere come, dalla fine dell’Ottocento ad oggi, l’industria alimentare sia riuscita a semplificare, aiutare e innovare le abitudini dei nostri pasti quotidiani.

Al termine del percorso storico del volume, realizzato con il contributo del Centro Studi “Franco Marenghi” “sono stati illustrati in modo semplice i piatti principali che caratterizzano la nostra cucina tradizionale di oggi -sottolinea il Delegato Alto Milanese in una col Presidente dell’Accademia (Paolo Petroni) fondata nel 1953 dal giornalista e scrittore Orio Vergani per tutelare e valorizzare le nostre tradizioni in Italia e all’estero”.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 26 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore