Quantcast

Rotary Parchi Alto Milanese, momenti di musica sublime a BAClassica

il Rotary Club Parchi Alto Milanese ha deciso di dedicare una serata conviviale post concerto all' interno del fitto programma del BAClassica. L'incontro ha visto al pianoforte il canadese Louis Lortie, in duo con Julian Kainrath

BAClassica

Il 28 aprile all’istituto Daniele Crespi di Busto si è tenuto l’ormai consolidato incontro dei musicisti partecipanti alla 5 edizione di BAClassica con gli studenti. La sessione è stata introdotta dalla professoressa Ballabio e dalla rappresentante del Rotary Club Parchi Alto Milanese ormai presenza fissa all’evento. Il duo Fabrizio Buzzi , contrabbasso, e Sonia Candellone, pianoforte, hanno proposto  brani e hanno dialogato animatamente col giovane pubblico.

Quest’anno il Rotary Club Parchi Alto Milanese ha deciso inoltre di dedicare una serata conviviale post concerto all’ interno del fitto programma del BAClassica. L’incontro si è tenuto  nella sede dell’associazione musicale Rossini a  ha visto al pianoforte il canadese Louis Lortie, attualmente riconosciuto tra i maggiori interpreti mondiali, in duo con Julian Kainrath diciasettenne prodigio del violino recentemente insignito del premio International Classical Music Awards – giovani artisti emergenti.Il concerto ha regalato momenti di musica sublime grazie alla sinergia dei due interpreti che ha colpito nel profondo il pubblico in sala.

BAClassica

I soci del R.C. Parchi Alto Milanese hanno poi proseguito la serata in conviviale presso la sede dell’Associazione Musicale Rossini, villa Ottolini Tosi, con la presenza degli artisti e dello Staff di BAClassica. Il presidente Luigi Beviglia si è detto onorato di poter godere della presenza dei due musicisti che hanno espresso in concerto non solo la loro grande tecnica e maestria ma soprattutto la gioia di condividere un risultato di scambio e dialogo tra generazioni: lo stringersi la mano alla fine dei brani non solo era unione di intenti ma di soddisfazione quasi paterna del maestro Lortie nei confronti di un giovane musicista che artisticamente parlando esprime una maturità espressiva non da poco.

Il presidente ha quindi ringraziato la socia Paola della Bella, artefice di questo post concerto/ conviale ; la quale ha chiarito come la voglia di fare partecipi della magia di BAClassica tutti i soci del Rotary Parchi Alto Milanese, sponsor del Festival, le ha suggerito l’idea di far incontrare rotariani ,musicisti e staff a fine performance. Se tutto ciò ha comunque preso forma è indiscutibilmente merito di Giovanni Mazzuchelli e Paola Colombo, ideatori di BAClassica che da cinque anni a questa parte lavorano con mente, corpo e cuore affinchè ogni anno possa svolgersi la manifestazione; è dunque a loro che ha ceduto la parola. Mazzuchelli ha ricordato come la presenza del Rotary come sponsor sia nata per l’attenzione che il club ha verso le nuove generazioni: in musica il dialogo si può manifestare in differenti modalità e sicuramante il dialogo tra generazioni è importante ed importante è anche veicolare la musica classica tra i giovani. La presenza di tutti gli sponsor, di tutti i partner e di tutto lo staff dell’associazione musicale Rossini rende possibile ogni anno il festival; un lavoro di team fatto con fatica a passione e reso possibile anche grazie all’appoggio dell’Amministrazione comunale che fin dall’inizio ha creduto in un progetto ambizioso.[lefoto id=

Paola Colombo ha posto l’accento sulla ricerca di innovazione che ogni anno si cerca di apportare: quest’anno la novità è stata “Luci di not(t)e” con l’allestimento a Villa Ottolini-Tosi di una particolare scenografia legata all’illuminazione, in cui Lucia Ventura ha suonato il piano avvolta in un contrasto di luci e ombre

Per il Rotary Parchi Alto Milanese è stata «sicuramente una serata ricca di emozioni che consolida il connubio tra la manifestazione e il sodalizio, molti spunti presenti in BAClassica si ritrovano nei principi rotariani»: il fondatore Paul Harris disse: “Il Rotary offre l’opportunità di servire nei modi e negli ambiti in cui ognuno è più propenso. Il potere di un’azione combinata non conosce limiti.” Attraverso la musica si promuove la pace nel mondo focus fondamentale per il Rotary International unito al promuovere la cultura, al favorire gli scambi interculturali e all’attenzione verso le giovani generazioni . Tutto ciò perché Rotary significa anche voler fare la differenza nel luogo in cui viviamo oltre che nel mondo.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 04 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore